Contromano e ubriaco in centro, lo arrestano i carabinieri

Folle corsa in auto per le vie di Legnano: incidente a catena sfiorato per un soffio

Aveva nel sangue il triplo del valore alcolico consentito per mettersi alla guida. Forse è per questo motivo che un tunisino di 28 anni, all’alt dei carabinieri non si è fermato, fuggendo dalla sua auto e venendo rincorso e bloccato dai militari dopo una corsa durata dieci minuti. Il tutto dopo aver percorso contromano un ampio tratto della strada del centro di Legnano appena dopo cena, mettendo a repentaglio la vita di pedoni e veicoli che procedevano regolarmente lungo la strada.

Erano circa le 21 di ieri, 15 ottobre, quando i carabinieri della stazione di Legnano hanno fatto scattare le manette ai polsi di A.A., sedicente tunisino, in Italia senza fissa dimora, clandestino, pregiudicato per Resistenza a Pubblico Ufficiale.

Era già buio quando i militari hanno notano in via  Libertà a di Legnano, all’altezza di un ristorante cinese una Rover 45 di colore grigio metallizzato che procedeva contromano in direzione Piazza del Popolo. Secondo i carabinieri il veicolo, che procedeva ad alta velocità zigzagando, stava creando grave pericolo sia ai conducenti che provenivano dal giusto senso di marcia, i quali arrestavano improvvisamente la marcia e solo grazie alla loro prontezza si è evitato un incidente a catena; poi i pedoni, donne e bambini, presenti al momento sul marciapiede che con difficoltà hanno trovato rifugio sul ciglio delle porte d’ingresso delle varie abitazioni.

A quel punto i militari sono intervenuti, intimando l’alt al conducente che dopo aver visto la paletta si è dato alla fuga a piedi, lasciando i due occupanti all’interno del mezzo. Mentre uno dei militari restava sul posto l’altro ha rincorso il giovane, riuscendo a bloccarlo dopo circa 10 minuti e solo grazie all’intervento di altri colelghi. Il fuggitivo, prima di essere bloccato, ha opposto un’energica resistenza, spintonando e sferrando calci.

Poi l’etilometro: tutti positivi al test, con tasso alcolico superiore al consentito, oltre all’autista che aveva un valore superiore di quasi il triplo rispetto al limite.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.