Coppa del Mondo a Cittiglio, un sogno diventato realtà

Dal 2008 il GP Binda farà parte del massimo circuito femminile. Il patron Minervino ha illustrato all'Uci l'intero progetto. Si corre a Pasquetta, il 24 marzo

Il 2008 si profila sempre di più come l’anno del ciclismo a Varese e provincia. Se il Mondiale di settembre è logicamento l’appuntamento centrale, con i sei giorni di gara e centinaia di migliaia di persone in città, continuano a fiorire le iniziative di alto livello.
Per i professionisti, oltre a Tre Valli e Carnago, ci dovrebbe essere anche una tappa del Giro d’Italia, per altro anticipato dalla partenza del Giro di Lombardia il prossimo 20 ottobre. Per le donne sarà invece come sempre Cittiglio l’epicentro dell’interesse, ma con una grande novità in più. La corsa dedicata ad Alfredo Binda sarà inserita nel circuito della Coppa del Mondo, il massimo livello mondiale per le corse ciclistiche, un gradino più in alto rispetto alle ultime edizioni (foto: la vittoria di Nicole Cooke nel 2007).

La conferma dell’Uci è arrivata proprio durante il mondiale di Stoccarda, e subito la macchina organizzativa valcuviana si è messa in moto. A spiegarlo è il patròn dell’iniziativa, Mario Minervino, il quale ha fondato una nuova società proprio per l’occasione, la Cycling Sport Promotion. «Il primo passo lo abbiamo appena fatto, visto che abbiamo tenuto lunedì (8 ottobre ndr) un seminario alla sede dell’Uci vicino a Losanna (foto sotto) nel quale abbiamo spiegato come intendiamo allestire l’appuntamento di Cittiglio. Con me c’era Renzo Oldani, poiché collaboreremo strettamente con la Binda per l’organizzazione della corsa».
La gara tra l’altro tornerà nella sua collocazione originale, il Lunedì dell’Angelo (24 marzo), giorno in cui si è disputata per molti anni a partire dal 1974. «La decisione è venuta direttamente dall’Uci – spiega Minervino – e l’accettiamo ben volentieri: quella di Cittiglio sarà la seconda corsa valida per la Coppa dopo l’esordio in Australia e, è bene ricordarlo, è l’unica che si disputa sul territorio italiano».

La Cycling Sport ha stipulato con l’Uci un contratto triennale e ha iniziato i lavori in vista del grande appuntamento.
«È un piccolo mondiale – spiega Minervino (a destra nella foto, con il presidente Fci Di Rocco e Noemi Cantele) – perchè l’organizzazione fa molte richieste e ben dettagliate. Ma non mi spavento visto che negli ultimi anni abbiamo già impostato l’organizzazione in questo modo studiando in anticipo i protocolli internazionali. Certo è un impegno notevole, con un budget che supera i 100mila euro e con due giorni da pianificare, visto che la punzonatura si terrà il giorno di Pasqua. Ma siamo pronti».
Al via ci saranno circa 30 squadre, con una decina di selezioni nazionali e i quindici migliori gruppi sportivi del panorama mondiale; a fianco degli organizzatori si sono già schierati il Comune, la Provincia e la Comunità Montana oltre alla Varese 2008. Cambierà anche il percorso: se la partenza e l’arrivo rimarranno rispettivamente davanti al Museo Binda e in via Valcuvia a Cittiglio, il cuore della corsa sarà sulla storica salita del Brinzio da affrontare due volte (giro lungo) e da quella di Orino. 121 i chilometri totali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.