Da Saronno un corteo antifascista

Ritrovo sabato mattina in piazza San Fratesco per l’iniziativa organizzata dal collettivo La Fenice

Un corteo antifascista. È la proposta che ha messo in atto il collettivo “La Fenice” di Saronno dopo i recenti fatti di cronaca che hanno visto protagonista, anche a livello nazionale, la provincia di Varese. «Il numero tutto sommato esiguo degli indagati non deve nascondere il fatto che la presenza di personaggi quali ultras naziskins o nazisti in doppio petto, pronti a cercare di re-legittimare i non-valori di cui sono portatori, sia sempre più massiccia – spiegano dal collettivo -. Basta pensare agli episodi accaduti più di recente nella nostra provincia per rendersi conto della situazione: una fortunatamente non grave, ma vile, quanto significativa aggressione proprio qui a Saronno, la notte del 6 settembre in Piazza del Mercato, messa in atto da un gruppo di 7/8 fascisti, ai danni di tre membri del Collettivo la Fenice. Ben più grave è invece quanto accaduto a Busto, per la freddezza e la determinazione con cui una schiera di giovani camerati ha assalito, in pieno giorno, a suon di insulti, minacce e saluti romani un ottuagenario partigiano; il tutto, come ha precisato la vittima dell’aggressione, nella totale indifferenza dei passanti».
L’appuntamento per il corteo è previsto in piazza San Francesco a Saronno, alle 9 del mattino. «Bisogna allora domandarsi come mai ancora oggi esistano di questi personaggi, decisi ad affermare a suon di violenza e intimidazioni gli ideali fascisti – proseguono dal Collettivo Antifascista -. In primo luogo non è difficile accorgersi del dilagare in una sempre più ampia fetta della popolazione di sentimenti vicini al razzismo e alla xenofobia. E’ per questi motivi che indiciamo una manifestazione, chiamando a raccolta chi realmente crede nei valori dell’antifascismo, ed è disposto a tenere alta la testa contro qualsiasi intolleranza, a sfondo politico, sessuale o razziale che sia, e da chiunque questa provenga, stato, politica o movimenti estremisti che siano».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.