Disco orario per i parcheggi vicino alla stazione, rivolta dei pendolari

Proteste in Comune da parte dei non residenti. L’assessore: «Parcheggi liberi a meno di 300 metri, basta camminare un po’, è tutta salute»

I parcheggi di Piazza del popolo e vie limitrofe sono diventati a disco orario. In comune sono state sollevate le proteste dei pendolari di fuori città che fino ad oggi parcheggiavano la macchina in pieno centro, a due passi dalla stazione, per quasi tutta la giornata. Ora il provvedimento dell’assessorato alla viabilità, guidato da Giuseppe Bonasso, in collaborazione con della Polizia Locale.

«Le scelte sono state concordate dopo un’attenta valutazione “tecnica” con il Comando della Polizia Locale – spiega l’assessore -: è evidente che l’accusa di incompetenza o di aver operato una discriminazione nei confronti dei pendolari non residenti è ridicola e non merita ulteriori commenti». 

«Ricordo poi che le opere relative ai parcheggi e alle strade sono pagate con le tasse dei residenti e non con quelle dei “non residenti” che però ne usufruiscono gratuitamente – prosegue Bonasso -. È poi falso affermare che il pendolare deve parcheggiare a 2 chilometri dalla Stazione. Ricordo infatti che, tranne il giovedì, vi è la piena disponibilità, senza disco orario, del parcheggio di Piazza Mercato che, dalla Stazione Nord, non dista più di 300 metri. Dobbiamo avere quindi il coraggio di ammettere che è legittimo per l’Amministrazione chiedere di sforzarci a fare qualche passo in più se questo, oltre a non essere uno sforzo disumano, fa bene alla salute e contribuisce a rendere la nostra città più vivibile, più a misura di uomo e meno a misura di macchina. Ci si accorgerà presto che per i motivi che ho detto, la scelta fatta da questo Assessorato è, superata la ruggine delle vecchie abitudini, del tutto condivisibile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.