Due ex dipendenti di Sea riammessi al lavoro dal tribunale

Continua lo stillicidio di sentenze favorevoli agli ex precari licenziati da Sea; Al Cobas-Cub trasporti promette battaglia su tutta la linea

Altri due lavoratori Sea di Malpensa fatti riassumere dal tribunale: ne dà notizia AlCobas-Cub Trasporti in un comunicato. I due, "assunti varie volte con contratti a termine e poi licenziati" come riferisce il sindacato, questa mattina hanno vinto la causa intentata con i legali Giovanni Sertori e Alberto Medina per essere riammessi a tempo indeterminato. Con le sentenze emesse dal Giudice del Tribunale di Busto Arsizio dott.ssa La Russa, questi lavoratori dovranno tornare al lavoro a Malpensa con il risarcimento per tutti gli stipendi persi nei mesi passati dal amncato rinnovo dei contratti.

"Dopo le altre sentenze dei mesi scorsi, che hanno già riammesso numerosi lavoratori, e dopo che Sea ha dovuto ricollocare a Malpensa alcuni lavoratori ingiustamente trasferiti a Linate dopo le sentenze di riammissione, queste ulteriori sentenze non fanno altro che riconfermare quanto da mesi, da soli stiamo combattendo" scrive testualmente AlCobas. "I contratti a termine e interinali che si utilizzano a Malpensa sono illegittimi. Per questo riteniamo miope la posizione assunta dai sindacati confederali e dall’SdL, lunedì scorso, di rivendicare per Malpensa le stesse cose chieste dal sindaco di Milano e dalla stessa Sea, dimenticandosi delle migliaia di lavoratori interinali e a termine che da anni lavorano senza nessuna garanzia salariale e normativa".

AlCobas promette battaglia: "Nei prossimi mesi altre cause saranno discusse in tribunale. Chi pensa che con la scusa di Alitalia possa liberarsi dei lavoratori stagionali e interinali, imporre orari e condizioni lavorative peggiori, si sbaglia. Invitiamo perciò tutti i lavoratori a vigilare ed a non farsi condizionare dal terrorismo psicologico. Da parte nostra ribadiamo che la nostra organizzazione sarà in prima fila nella difesa dei lavoratori di Malpensa".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.