Duemilalibri, al via la settimana del libro

L'inaugurazione sabato 13 ottobre alle 10.30 nell'Aula Magna delle Scuole Medie Majno di Gallarate

Apre domani l’ottava edizione di Duemilalibri, la settimana del libro e dell’autore in fiera.
Siete tutti invitati alle 10.30 nell’Aula Magna delle Scuole Medie Majno di Gallarate, entrata da via Rusnati, per l’ianugurazione della mostra "Il diritto di esprimersi. La pecora nera e altri sogni", alla presenza dell’autore Andrea Valente, e alle 16.00 all’inaugurazione ufficiale di Duemilalibri nel padiglione dei libri in piazza Garibaldi. Vi ricordo anche che dalle 16 il Cai propone le arrampicate sportive in piazza Libertà e che alle 17 ci sarà l’inaugurazione della pista di pattinaggio su ghiaccio nel cortile di Palazzo Broletto – come da comunicato di ieri – con esibizioni di campioni internazionali.
Duemilalibri è organizzata dal Comune di Gallarate – Biblioteca Civica “Luigi Majno”, in collaborazione con la Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città” onlus, il Sistema Bibliotecario “Panizzi”, le librerie gallaratesi Carù, La Fonte e Rinascita e la bustese Boragno, e ha ottenuto anche quest’anno il patrocinio e il contributo dell’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia e il patrocinio della Provincia di Varese.

Vi allego di seguito il programma di sabato 13, domenica 14 e lunedì 15 ottobre, sperando di farvi cosa gradita.

IL PROGRAMMA

Sabato 13 ottobre
Ore 10.30 inaugurazione della mostra “Il diritto di esprimersi. La Pecora Nera & Altri Sogni” nell’Aula Magna delle scuole medie “Majno” via Palestro angolo via Rusnati.
La mostra “Il diritto di sbagliare. La pecora nera e altri sogni” espone nell’Aula Magna delle Scuole Medie Majno di via Palestro trenta tavole inedite originali della Pecora Nera di Andrea Valente, nonché immagini con testo e ritratti dello stesso autore. A cura di Ivan Giovannucci e Rosangela Percoco ( www.caminito.biz ), ha ottenuto il Premio Andersen 2007 come miglior progetto didattico e si è sviluppata in un percorso condotto con i ragazzi del carcere minorile di Nisida, in collaborazione con l’Istituto Penale Minorile stesso, il Centro Studi Europeo sulla criminalità minorile e l’associazione culturale Ko Librì. La mostra è tra l’altro approdata anche al Quirinale, su invito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. 
Gallarate è una delle prima tappe di un viaggio della mostra per l’Italia: una galleria di ritratti di uomini e donne (scienziati, artisti, viaggiatori, sportivi, poeti, scrittori, rivoluzionari) che nel Novecento hanno saputo perseguire sogni, passioni e utopie concretizzandoli con la loro esistenza. Da Martin Luther King a Madre Teresa di Calcutta, da Jesse Owens a Marie Curie, a Eduardo De Filippo, si snodano immagini e parole sul tema della “pecora nera” e sul sogno del cambiamento. La mostra, che con efficacia visiva e allegorica rappresenta il diritto di esprimersi di tutti i ragazzi, è la testimonianza dell’arte come arma pacifica e potente di trasformazione, tra il diritto di sbagliare e il dovere di rieducarsi.
La mostra sarà inaugurata, alla presenza dello stesso Andrea Valente, e sarà visitabile a ingresso libero sabato 13 e domenica 21 ottobre dalle 10.00 alle 13.00, domenica 14 e sabato 20 ottobre dalle 15.30 alle 18.30, da lunedì 15 a giovedì 18 ottobre dalle 14.00 alle 16.00; da lunedì 22 a venerdì 26 ottobre dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00 (sabato e domenica ingresso da via Rusnati, nei giorni feriali da via Palestro).

Ore 16.00 inaugurazione di “Duemilalibri” 2007
Dalle 16.00 alle 19.00 il Cai, con la scuola di alpinismo Colibrì, presenta un’arrampicata sportiva per tutti in piazza Libertà. L’arrampicata è proposta dal Cai con la Scuola di Alpinismo “Colibrì”, fondata nel 1993 in seno alla sezione del Club Alpino Italiano do Gallarate e che ha tra i suoi scopi quello di offrire ai giovani le competenze e le esperienze necessarie a praticare l’alpinismo.

Ore 16.30 incontro con l’autore: Gnaro Mondinelli, “In cima ai pilastri della Terra. Ottomila e altro” (Whitelighted), Sala conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.
Gnaro Mondinelli, presentato dal Cai e dalla rivista Alp e introdotto dal caporedattore della rivista Alp Lorenzo Scandroglio, parlerà della sua esperienza “In cima ai pilastri della Terra: ottomila e altro” (Whitelighted), sulla base del libro in cui Mario Barberis narra l’avvincente avventura di Mondinelli, libro corredato dalle immagini scattate da Mondinelli stesso durante le ascensioni. Silvio “Gnaro” Mondinelli, arruolatosi nella Guardia di Finanza nel 1976, dal 1978 svolge servizio come cinofilo nella caserma SAGF di Alagna Valsesia, ai piedi del Monte Rosa. Ha compiuto moltissime ascensioni sulle Alpi, nonché in Sud e Nord America, Himalaya e Karakorum, e ha partecipato a numerose spedizioni sugli “ottomila” superandole tutte senza l’aiuto dell’ossigeno. Insieme al grande amico cineoperatore Renato Andorno, recentemente scomparso, ha iniziato a raccogliere fondi per aiutare la popolazione Sherpa della Vallle del Kumbu, in particolare i bambini. Nel 2000, con sette amici, ha costituito “Amici del Monte Rosa” onlus per portare un aiuto concreto alle popolazioni nepalesi.

Ore 18.00 incontro con l’autore: Laura Pariani , “Dio non ama i bambini” (Einaudi), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.

Con il suo ultimo libro, “Dio non ama i bambini” (Einaudi), sarà Laura Pariani, scrittrice già vincitrice del Premio Selezione Campiello nel 1997 con “La perfezione degli elastici” e del Premio Grinzane Cavour nel 1999 con “La signora dei porci”, a presentare al pubblico sabato 13 ottobre alle 18.00 nella Sala Conferenze del Teatro Condominio Vittorio Gassman una storia ambientata in una Buenos Aires di inizio Novecento, in cui un assassino si aggira per la città e da anni, impunito, fa strage di innocenti. Di bambini, soprattutto figli di italiani, che sono abbandonati a se stessi, e i cui sogni sono destinati a spezzarsi e a spegnersi nella rabbia. La scrittrice sarà presentata dal direttore di Rete 55 Matteo Inzaghi.

Ore 21.00 : “Il Maestro Magro” , di Gian Antonio Stella, con Gualtiero Bertelli e la Compagnia delle Acque, teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.
Su testo di Gian Antonio Stella, a ingresso libero, una rappresentazione che, giocando sulla sorpresa, porta alla ribalta gli anni duri e bellissimi dell’immediato Dopoguerra attraverso la storia di un uomo e una donna in un paese che torna a vivere. Un viaggio tra parole, immagini, canzoni che vede riempire in condomini della cintura torinese di personaggi che arrivano dalla Calabria, dal Veneto, dalla Puglia, dalla Romagna. Con Gualtiero Bertelli a voce, fisarmonica e chitarra, la voce narrante è di Gian Antonio Stella. La Compagnia delle Acque annovera la voce di Giuseppina Casarin e di Sandra Mangini; alla tastiera Paolo Favorido, alla batteria Michele Troncon; con la partecipazione di Maurizio Camardi a saxofoni e flauto traverso. La ricerca musicale è di Gualtiero Bertelli, i disegni originali di Matteo Bertelli, la musica originale di Gualtiero Bertelli e Paolo Favorido.

DOMENICA 14 OTTOBRE

Dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00 il Cai, con la scuola di alpinismo Colibrì, presenta un’arrampicata sportiva per tutti in piazza Libertà

Ore 10.00 La Fondazione Centro Studi Filosofici presenta la nuova Enciclopedia Filosofica (Bompiani), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.

Della nuova Enciclopedia Filosofica della Fondazione Centro Studi Filosofici di Gallarate, di cui proprio a “Duemilalibri” fu data notizia due anni fa, quando era ancora in una fase progettuale. Fin dalla sua prima edizione, nel 1957/58, l’Enciclopedia Filosofica della Fondazione Centro Studi Filosofici si è presentata come un’opera che ambisce a essere la ricognizione completa ed esauriente della cultura filosofica. Ampiamente conosciuta anche all’estero in due edizioni (1958 e 1968), la terza edizione è pubblicata da Bompiani nel 2006: riveduta e ampliata, rappresenta il punto di arrivo di una lunga e complessa ricerca volta alla presentazione sistematica della storia, dei protagonisti e dei concetti del pensiero universale.

Ore 11.00 incontro con l’autore: padre Roberto Busa SJ, “Rovesciando Babele” (Spirali), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.

L’opera lascia intuire l’immane impresa intellettuale dell’autore. Gli scritti qui contenuti e la bibliografia offrono mezzi e strumenti per molte generazioni di ricercatori, scrittori e intellettuali. Nato nel 1913 a Vicenza, sacerdote S.J. dal 1940, padre Roberto Busa è stato docente di Filosofia Scolastica all’Aloisianum di Gallarate, di Linguistica ed Ermeneutica Computazionali all’Università Cattolica di Milano e alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. Proprio dell’informatica linguistica è pioniere. Ha redatto L’Index Thomisticus, in 56 volumi, censimento elettronico classificato degli 11 milioni di parole latine dell’Opera omnia di Tommaso d’Aquino.

Ore 12.15 presentazione rassegna umoristica “Humor a Gallarate” della Pro Loco di Gallarate sul tema “I numeri”, Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman.

Sono 415 lr vignette che hanno risposto quest’anno all’appuntamento con la XIII edizione della rassegna “Humor a Gallarate” a cura della Pro Loco cittadina, manifestazione che si è ormai affermata come una delle più importanti del panorama satirico non solo nazionale, ma addirittura intrenazionale. Al “Grand Prix Marco Biassoni”, che proclamerà un vincitore tra le vignette partecipanti, hanno risposto quest’anno 88 disegnatori italiani e 107 stranieri. Tema della rassegna è quest’anno “I numeri”. Oltre al Grand Prix dedicato a Marco Biassoni, la giuria che in questi giorni esaminerà le vignette pervenute assegnerà altri due premi, uno a un autore italiano e uno a un autore straniero, nonché quattro premi per segnalazioni speciali. Inoltre, la rassegna umoristica – che sarà visitabile fino al 21 ottobre nel padiglione dei libri di piazza garibaldi – ospiterà anche le mostre personali di Paolo Del Ponte, autore nato a Trento, e del vincitore del Grand Prix Marco Biassoni dello scorso anno, l’ucraino Yuriy Kosobukin. La rassegna ha il patrocinio della Provincia di Varese, del Comune di Gallarate, della Fondazione Culturale “1860 Gallarate Città” onlus e dell’Associazione Nazionale Umoristi, nonché la collaborazione, per la sezione internazionale, degli esperti del portale FanoFunny.com, il meglio dell’umorismo e della satira.

Ore 15.00 per i bambini , incontro con Silvana De Mari, “L’ultimo elfo” (Salani), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.

Sarà Silvana De Mari , vincitrice nel 2004 del 48° Premio Bancarellino e del Premio Andersen con “L’ultimo elfo” (Salani), libro tradotto in quattordici Paesi (Inghilterra, Brasile, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, America Latina e Messico, America del Nord, Tailandia, Spagna, Lettonia, Romania e Portogallo) e che ha ricevuto una menzione speciale nell’ambito del Mildred Batchelder Award promosso dall’American Library Association (premio che viene conferito ai migliori libri per ragazzi e tradotti in inglese), a “rompere il ghiaccio”  con i ragazzi con un incontro a ingresso libero durante il quale sarà possibile conoscere da vicino l’eccezionale autrice. Lunedì Silvana De Mari inconterà anche i ragazzi nelle scuole.

Ore 16.30 incontro con l’autore: Claudio Brachino, “Chi ha ucciso Lady D.?” (Mondadori), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.

Claudio Brachino, da undici anni vicedirettore di “Studio Aperto”, il telegiornale di Italia 1, di cui conduce l’edizione serale, curatore di “Lucignolo”, autore di “Top Secret”, il programma-inchiesta in onda su Retequattro, e neo direttore responsabile di “Videonews”, la testata giornalistica di Mediaset che realizza programmi quali “Verissimo”, “Tempi moderni”, “Secondo voi” e “L’antipatico”, porta a Gallarate l’inchiesta condotta con Paolo Filo della Torre (che per 25 anni è stato corrispondente dal Regno Unito per “Repubblica”), sfociata nel libro, pubblicato nel luglio di quest’anno, “Chi ha ucciso Lady D?” (Mondadori). Un libro che ricostruisce meticolosamente i fatti, le falle delle inchieste ufficiali, le piccole verità nascoste nel giallo attorno alla morte di Diana Spencer, dopo dieci anni. Brachino, in perfetto stile da giornalismo d’inchiesta, avanza dubbi e porta testimonianze e prove su una storia che ancora è un mistero. E un mistero inquietante. Sarà introdotto da Sara Magnoli, giornalista responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Gallarate.

Ore 18.00 incontro con l’autore: Silvana Baldini, “Serraval” (Lampi di stampa), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi. Incontro con l’opera prima di Silvana Baldini , “Serraval” (Lampi di stampa), un romanzo ambientato nella Francia agli inizi del regno di Luigi XIV. Il giovane re commissiona la realizzazione del giardino del castello di Versailles a Serraval, misterioso architetto di giardini fuoriuscito da Venezia, che improvvisamente, dopo aver progettato una meraviglia, viene rinchiuso in una prigione dalla quale diventa narratore di una vicenda altrettanto misteriosa. La scrittrice sarà accompagnata dal violinista Carlo Bellora e presentata da Laura Campiglio, giornalista del quotiano "La Provincia di Varese" e scrittrice.

Ore 21.00 incontro con l’autore: Valeria Crippa presenta Luciana Savignano, “Savignano: anomalia di una stella” (Rizzoli), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.
La serata, organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale “Progetto Danza” di Gallarate, sarà un viaggio alla scoperta di uno dei casi più affascinanti ed enigmatici della storia del balletto italiano: sarà la scrittrice e critica di danza e spettacolo Valeria Crippa, attraverso il suo libro, “Savignano: anomalia di una stella” (Rizzoli), a colloquiare con Luciana Savignano e ad accompagnare il pubblico in un incontro diretto non solo con l’étoile che ha danzato le coreografie di Maurice Béjart, in un lungo connubio artistico che ha incantato il pubblico, ma anche con Luciana Savignano donna, con il suo grande spessore non solo artistico, ma anche umano.
Luciana Savignano, prima ballerina del Teatro alla Scala, culla della tradizione classico-accademica, dal 1972, étoile dal 1975, si è rivelata protagonista di un percorso artistico che ha reso inedito e moderno il suo modo di danzare. Ha danzato nei teatri più importanti di tutto il mondo, a Mosca, New York, Chicago, Cuba, senza dimenticare però l’Italia. Anche Gallarate, due anni fa, ha potuto ammirarla in tutta la sua plasticità al Teatro delle Arti, in “Tango di Luna”, uno spettacolo dove la sensualità si univa alla malinconia e in cui Luciana Savignano ha ancora una volta dimostrato la sua eccezionale maestria.
Il libro di Valeria Crippa, dal quale prenderà spunto l’incontro di Duemilalibri, la racconta attraverso le sue immagini più belle, scattate nell’arco della carriera della grande ballerina, ma anche attraverso una riflessione critica e una lunga intervista-confessione che ne svela la natura più profonda, complessa, enigmatica e affascinante.

LUNEDI’ 15 OTTOBRE

Ore 17.00 per i bambini merenda con Anna Lavatelli (all’Angolo di Titti in via Marsala 18, su prenotazione al numero 346.3540095 da lunedì a venerdì dalle 15.30 alle 17.00, costo euro 2 a persona).
La scrittrice, che in mattinata e nel primo pomeriggio incontrerà i bambini nelle scuole, è vincitrice del Premio Andersen 2005 come miglior scrittrice e di ambiti premi nazionali nella letteratura per l’infanzia, e da poco tornata dal Perù, dove è stata ospite d’onore alla Fiera del Libro di Lima. Il suo ultimo libro è “Tito Stordito” (Giunti).

Ore 17.30 concorso di narrativa “Cassiopeia”, a cura dei licei di viale dei Tigli, Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.
“Cassiopeia”, concorso di narrativa dei licei di viale dei Tigli, edizione 2006/2007 è nato all’interno dei licei scientifico e classico, Cassiopeia è alla sua seconda edizione, coordinato dai docenti Luisella Ferrario e Luca Segalla e intende dare voce alle capacità creative dei giovani. Il tema è “Notturno”. Accanto a “Cassiopeia”, l’appuntamento è anche con il concorso “Un logo per la Biblioteca di Istituto”, nato dall’esigenza di identificare anche sul territorio il servizio bibliotecario dei licei intitolato a Giuseppe Mazzini, e coordinato dal docente Eros Barone.

Ore 21.00 incontro con l’autore: Gianni Mura, “Giallo su Giallo” (Feltrinelli), Sala Conferenze teatro Condominio Vittorio Gassman via Sironi.
Gianni Mura, storico giornalista sportivo prima alla “Gazzetta dello Sport”, ora di “Repubblica”,  con il suo primo romanzo, “Giallo su giallo” (Feltrinelli), ambientato al Tour de France, si è meritato quest’anno il Premio Grinzane-Cesare Pavese nella sezione narrativa. Eventi incalzanti, che tingono di giallo – e di sangue – un Tour de France che il protagonista, Gianni, cronista sportivo, sta seguendo come ogni anno. Fino a quando il mistero sarà svelato, tra resoconti di cronaca sportiva e un romanzo giallo costruito con grande abilità. Gianni Mura sarà introdotto dai giornalisti Federico Delpiano (vicecaporedattore “La Provincia di Varese”) e Andrea Confalonieri (responsabile redazione sportiva “La Provincia di Varese”).
Vi ricordo inoltre che nel padiglione dei libri di piazza Garibaldi sono allestite anche le mostre fotografiche a cura del Sestante Fotoclub “Il velo della sposa” di Mario Vidor e “Il libro nella vita quotidiana”, argomento che ben si coniuga con la manifestazione “Duemilalibri”.
Nella mostra “Il velo della sposa” sono protagonisti il sole e il cielo, in ogni stagione, a ogni ora, osservati camminando su una spiaggia dove è la natura la vera e indiscussa protagonista. Mario Vidor, nato a Farra di Soligo, coglie in queste sue immagini forme e capacità di sorprendersi. L’autore, che si cimenta nella fotografia dalla metà degli Anni Ottanta, è stato protagonista di mostre personali – oltre 250 – in Italia e all’estero e molti sono i musei a livello nazionale e internazionale che espongono permanentemente le sue opere.
La seconda mostra a cura del Sestante FotoClub è invece “Il libro nella vita quotidiana”, una raccolta di immagini che fanno del libro, della parola scritta come compagni silenziosi un punto fermo e fondamentale nell’agire e nell’essere di tutti i giorni. Dal libro sui banchi di scuola al libro su una bancarella, dal libro che viaggia con noi al libro che veglia sui nostri sonni: ecco il libro come momento da dividere e condividere.

Visitabili dal 13 al 21 ottobre.

L’ingresso è libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.