Duemilalibri chiude in bellezza

Ultimo giorno a Gallarate per la fiera del libro e dell'autore

Prosegue Duemilalibri, la settimana del libro e dell’autore in fiera, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Gallarate – biblioteca Civica Luigi Majno, in collaborazione con la Fondazione Culturale di Gallarate, il Sistema Bibliotecario Panizzi, le librerie gallaratesi Carù, la Fonte, Rinascita e bustese Boragno, con il contributo e il patrocinio della Regione Lombardia e il patrocinio della Provincia di Varese prosegue a Gallarate fino al 21 ottobre. 

Domenica 21 ottobre alle 10 nella sala Conferenze del teatro Condominio Vittorio Gassman, l’archivio Concetto Marchesi presenta 14 opuscoli marchesiani. Per ricordare la figura di Concetto Marchesi, intellettuale e politico che ebbe vasto ruolo nella Resistenza, nel cinquantesimo anniversario della morte, avvenuta nel febbraio 1957, l’Archivio Concetto Marchesi ha stampato, e presenta “Quattordici opuscoli marchesini” riguardanti le sue opere poco conosciute, saggi sulla sua vita e sulla sua opera. L’Archivio Concetto Marchesi opera da dieci anni a Cardano al Campo acquisendo gli scritti conosciuti di e su Concetto Marchesi e fino a oggi ha catalogato 2629 scritti, di cui 589 di e 2040 su Marchesi. L’incontro sarà condotto dal professor Mario Geymonat, docente di letteratura latina all’Università Cà Foscari di Venezia.

Alle 17 nella sala conferenze del teatro Condominio Vittorio Gassman, Daniela Pizzagalli presenta "Il viaggio del destino – Carla Serena da Venezia al Caucaso" (Rizzoli). La scrittrice è una delle più affermate autrici di biografie al femminile e in questo libro narra di Carla Serena, signora del bel mondo londinese, diventata viaggiatrice solitaria attraverso l’Europa e il Medio Oriente nel tardo Ottocento. Pagine avvincenti, che ripercorrono viaggi come se fossero avventure.

Alle 18.30 nella sala conferenze del teatro Condominio Vittorio Gassman, incontro con Ben Pastor, con l’anteprima assoluta  del suo ultimo libro, “La camera dello scirocco” (Hobby & Work). Ambientato nell’autunno del 1914, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, vede Praga scossa da un bizzarro episodio di cronaca nera: il rapimento di una stella del teatro yiddish, primo anello di una catena di enigmi delittuosi, tra morti violente, suicidi e scomparse. Brividi e colpi di scena ricordano Agatha Christie e Josef Roth, in un libro che emoziona e fa riflettere. Ben Pastor, nata a Roma ma trasferitasi ben presto negli Stati Uniti, ha vinto nel 2005 il Premio Saturno d’Oro come migliore scrittrice di gialli storici. La serata sarà introdotta da Raffaele Aiani e la scrittrice sarà accompagnata dai musicisti Andrea Parodi e Max La Rocca.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.