E’ varesino il migliore studente d’Italia

Si chiama Alessandro Moia, ha appena preso la maturità al liceo scientifico Galileo Ferraris di Varese. Ora si è iscritto a Fisica a Pisa. Cerimonia solenne al Quirinale, Napolitano l'ha nominato “Alfiere del lavoro”

E’ il migliore studente d’Italia, con l’incredibile media del 9,91: il che significa che ha praticamente quasi tutti 10 nel suo curriculum.

Ed è varesino: si chiama Alessandro Moia, e’ stato fino all’anno scolastico passato studente del liceo scientifico Galileo Ferraris di Varese. Poi ha preso la maturità – naturalmente, con 100 e lode – e si è iscritto a Fisica a Pisa, pensando per sé un futuro di scienziato. Alessandro si era già messo in luce nel maggio scorso, conquistando una medaglia d’oro alle olimpiadi della matematica.

Oggi, 24 ottobre 2007, Alessandro Moia è stato ricevuto al Quirinale insieme ad altri 24 suoi “colleghi di bravura”. A loro il presidente Napolitano ha consegnato, con una cerimonia solenne, l’attestato di Alfiere del lavoro, conferito ogni anno agli studenti che passano la rigida selezione meritocratica prevista dal Quirinale: le selezioni per il 2007 hanno visto 994 studenti ai blocchi di partenza: e soli 25 premiati.  E, tra tutti, il “primus inter pares” è il nostro “cervellone” varesino.

I “magnifici 25” di quest’anno
Christian Barba, Lorenzo Caciagli, Giada Cecchini, Alessandro Chiesa, Fabio Cofano, Sara D’Hallewin, Sofia De Chirico, Erika De Santi, Denise Cristiana Faro, Elisa Gusberti, Stefano Invernizzi, Maria Maddalena Lorubbio, Matteo Manfredi, Alessandro Moia, Maria Caterina Nicoletti, Cristina Antonella Nicolosi, Alberto Nigra, Andrea Papa, Paola Penati, Elena Reale, Vito Antonio Gerardo Ricigliano, Massimiliano Todisco, Roberto Tonelli, Laura Vieceli e Elena Zaldini

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.