Fabio Rizzi resta sindaco di Besozzo

Rinuncerà al seggio in consiglio regionale: "Me l'ha chiesto la Lega"

Fabio Rizzi resterà sindaco di Besozzo, ma fino a che non sarà dichiarato incompatibile continuerà a frequentare il consiglio regionale, prendendo così un po’ di tempo prima che il seggio passi al secondo degli aventi diritto, il forzista di Sondrio Giovanni Bordoni. Lo ha deciso la Lega Nord, a cui Rizzi aveva delegato esplicitamente la decisione, con una formula tanto semplice quanto schietta: "Sono un soldato della Lega". Besozzo non corre dunque il rischio che si torni a votare, e per il 41enne medico anestesista si profilano cinque anni di aministrazione nel monocolore leghista che amministra il paese oltre la prosecuzione della suo incarico di segretario provinciale del carrocccio. Entrambe cariche prestigiosi, anche se meno remunerative del seggio al Pirellone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.