Festa d’autunno: domenica all’insegna della solidarietà

Domenica 21 ottobre, l'associazione per la cooperazione internazionale socio-sanitaria organizza la manifestazione "L'uva e la vendemmia"

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione per la cooperazione internazionale socio-sanitaria Onlus (Aciss) in collaborazione con l’Associazione culturale gallaratese Rosagie, l’Associazione nazionale Alpini gruppo di Gallarate e, new entry, l’associazione umanitaria Sos e l’associazione I ceratesi. Sostengono la manifestazione con il loro patrocinio il Comune di Gallarate –assessorato alla Cultura. e la Provincia di Varese. Una sinergia che già nella scorsa festa di primavera ha consentito di mantenere gli impegni solidali intrapresi grazie al risultato raggiunto dai volontari.

 

La festa d’autunno si svolgerà dalle 10.30 alle 19.30 nel centro storico di Gallarate: Via Manzoni, corso Italia e piazza Guenzati. Tema della giornata sarà “L’uva e la vendemmia”

Scopo della giornata è quello di sensibilizzare i cittadini, informarli sui progetti Aciss e Sos di Gallarate e raccogliere fondi  per la loro realizzazione.

Una festa poliedrica per soddisfare i diversi gusti:

Inizioa della giornata alle 10.30 con l’inaugurazione in piazza Guenzati:

Vi sarà un punto gastronomico gestito dall’istituto alberghiero De Filippi di Varese.

Dalle 16 alle 17.30 la festa sarà allietata dal Coro di canto popolare tradizionale “Donna lombarda” di Castellanza. Giochi e divertimenti riservati ai bambini e non si svolgeranno per tutta la giornata.

Per le vie del centro invece si snoderà il mercatino degli hobbisti.

 

Aciss: l’associazione realizza e gestisce assieme alle autorità e agli enti locali progetti in campo sociale e sanitario in Paesi del terzo mondo. Partecipa con altre associazioni onlus a progetti con le stesse finalità. Opera in Nigeria, nella regione tristemente famosa del Biafra. È presente con un piccolo ambulatorio e una piccola clinica. In Burundi gestisce un piccolo ospedale.

Sos-Gallarate: è presente in Tanzania con interventi di carattere sociale lavorativo.

 

I progetti di Aciss sono basati sul criterio della collaborazione e non dell’assistenzialismo. Per questo giocano un ruolo di primo piano le risorse umane locali. L’associazione fornisce quindi i mezzi e, se richiesta, la consulenza tecnico scientifica, esercitando un rigoroso controllo.

Tra i criteri di base del programma vi è anche quello di essere parte integrante del sistema sociale locale.

 

Attività svolta – Aciss, costituita nel gennaio 2002, nei primi due anni di attività ha contribuito alla realizzazione di un piccolo ambulatorio a Mogadiscio, ha realizzato un viaggio della speranza per un bambino somalo nell’azienda ospedaliera di BustoArsizio, ha contribuito a fornire materiale sanitario all’ospedale di Kafue (Zambia)e a Capo Verde.

Tra il 2004 e 2005 ha ristrutturato e attivato un ambulatorio di dieci posti letto di emergenza a Owerri – Biafra (Nigeria) -  Progetto “Sapienza”.

 

Il programma 2006-2011 prevede:

progetto Sapienza-fase due con la gestione del piccolo ambulatorio già realizzato, garantendo la fornitura di medicinali e materiale sanitario.

Progetto Chinonye (Biafra-Nigeria) ristrutturazione e gestione di una piccola clinica a trenta kilometri dal primo ambulatorio.

Progetto “Cresciamo insieme” (Burundi) ristrutturazione e gestione di un piccolo ospedale

Progetto “Bossaso” (Somalia) fornitura di materiale e farmaci a un ospedale locale.

 

Oneri previsti nel 2007

Progetto Sapienza-fase due circa   6 mila euro

Progetto Chinonye                          33 mila e quattrocento euro

Progetto Cresciamo insieme         20 mila e cinquecentosessanta euro

Progetto Bossaso                            6 mila euro.

I progetti in Nigeria sono effettuati in collaborazione con la Parrocchia di Crenna di Gallarate e con l’Azienda ospedaliera di Busto Arsizio, mentre i progetti in Burundi in collaborazione con l’Associazione Amici dell’Africa di Cardano al Campo.

 

(per ulteriori notizie ww.acissonlus.it )

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.