Formigoni nomina la commissione regionale sul black out al Circolo

L’assessore regionale alla sanità Bresciani: “Soddisfatto, così si stabilirà il nesso dell'evento e le relative responsabilità”

E’ stata nominata oggi, 18 ottobre, dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, la Commissione Tecnica Regionale mista che avrà il compito di indagare sul

black out che ha colpito l’ospedale di Varese lunedì scorso. In particolare, la Commissione dovrà accertare l’origine effettiva delle cause tecniche e lo svolgimento dei fatti nella loro cronologia, oltre che effettuare tutte le verifiche necessarie ad accertare eventuali responsabilità, anche di ordine patrimoniale. Una relazione sull’indagine dovrà pervenire al presidente della Giunta regionale entro trenta giorni da oggi.

La Commissione, della quale fanno parte persone di particolare qualificazione professionale, tecnica e amministrativa, è così composta:

Arch. Gerolamo Corno (Dirigente Struttura Edilizia Sanitaria – Unità Organizzativa Programmazione e sviluppo piani – della Direzione Generale Sanità);

Avv. Pio Dario Vivone (Avvocato coordinatore dell’Avvocatura Regionale – Direzione Centrale Affari Istituzionali e Legislativo della Presidenza);

Arch. Francesco Angarano (di provata competenza e professionalità negli ambiti della progettazione architettonica, strutturale ed impiantistica oltre che nel campo della sicurezza);

Ing. Gian Luca Nuti (di provata competenza e professionalità nel campo degli impianti elettrici di ogni tipologia; iscritto nell’elenco dei professionisti abilitati ai collaudi e verifiche

di sicurezza degli impianti tecnologici delle opere pubbliche presso l’Ordine degli Ingegneri di Milano);

Prof. Enrico Tironi (Professore Ordinario del Dipartimento di Elettrotecnica del Politecnico di Milano – di provata competenza e professionalità nel campo dei sistemi elettrici e delle sicurezza degli impianti elettronici).

Soddisfatto l’assessore alla Sanità, Luciano Bresciani: «I componenti della Commissione, tutti nomi che assicurano assoluta competenza, saranno in grado nei tempi decisi di stabilire il nesso causale dell’evento e le relative responsabilità – ha commentato -. Tutto questo al fine di garantire la massima sicurezza per il cittadino e la serenità nello svolgimento dei propri compiti da parte degli operatori sanitari. Il sistema ora è completamente sotto controllo e monitorato ventiquattro ore su

ventiquattro con tecnici sul posto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.