Forza Italia guarda al futuro

Massimo Bossi riconfermato coordinatore cittadino in un direttivo nuovo di zecca. Al congresso unitario chiesto un parlamentare che rappresenti il sud della provincia

Forza Italia a Gallarate non cambia e conferma Massimo Bossi nel ruolo di coordinatore cittadino del partito. L’assessore all’Urbanistica del Comune amministrato dal collega azzurro Nicola Mucci è stato riconfermato nel corso del congresso cittadino, svoltosi domenica 7 ottobre nella sala Martignoni. Bossi, forte dei risultati portati a casa nelle varie elezioni che hanno visto Forza Italia fare incetta di voti, ha chiesto con forza che ci sia in Parlamento almeno un rappresentante di questa grande fiducia popolare che va da Gallarate e Busto Arsizio, passando per Saronno e tutto il Sud della Provincia. A presiedere l’assemblea il senatore Enrico Pianetta: nel corso del congresso risono alternati gli interventi dei potenti di Forza Italia di Gallarate, dal primo cittadino Mucci, a Nino Caianiello (il quale ha aperto uno spiraglio alla Lega Nord, molto meno disponibili a riallacciare i rapporti gli altri), da Aldo Simeoni, assessore in Comune e in Provincia, da anni il più votato della città, fino a Massimo Buscemi e Raffaele Cattaneo, rappresentanti forzisti in Regione Lombardia. Confermato il coordinatore, e non poteva essere altrimenti visti i risultati delle amministrative 2006 che hanno portato Forza Italia a toccare più del 40% dei consensi, il congresso ha eletto un direttivo fatto di facce nuove, segno della volontà di proiettarsi al futuro del partito: vicecoordinatore è Daniela Fiorentini, mentre della segreteria cittadina faranno parte Moreno Carù, Alessandro Petrone, Giorgio Morosi, Germano Dall’Igna, Marco Masci e Stefania Tessera.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.