Générale Industrielle sempre più leader a Varese

Nuova apertura a Besozzo per il primo operatore italiano nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro

Le 80 agenzie per il lavoro presenti sul territorio nazionale con oltre 2.500 filiali rappresentano uno dei più importanti canali di ingresso nel mondo del lavoro: con 600 mila posti di lavoro assegnati (+20% rispetto al 2005) le agenzie si confermano quindi importante punto di riferimento tra domanda e offerta di lavoro.

La provincia di Varese, nonostante sia una delle più piccole d’Italia, è stata una delle culle del processo di sviluppo italiano e continua ad essere ai primi posti per l’incidenza dell’industria nella composizione del valore aggiunto industriale, simile a quello di intere regioni. Le imprese attive, al 30 settembre 2006, superano quota 63.000, registrando ben 721 imprese in più rispetto al 30 settembre dell’anno precedente, con un aumento percentuale pari al 1.2.
Per sostenere questa crescita
Gi Group, primo operatore italiano nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro, ha aperto a Besozzo la sesta filiale Générale Industrielle, agenzia per il lavoro che cerca personale, ma offre anche corsi di riqualificazione professionale.

«Con questa importante apertura – commenta Luca Viotti di Générale Industrielle – intendiamo rafforzare la nostra presenza e garantire un servizio di qualità ai nostri clienti con l’obiettivo di soddisfare le sempre crescenti esigenze delle aziende; la presenza di una filiale a Besozzo ci consente inoltre di offrire opportunità di collocamento in quelle zone di confine normalmente non interessate dai processi di reclutamento. Dato importante per la crescita è quello legato alla competitività sui mercati, soprattutto nei confronti dei concorrenti del Sud Est Asiatico e dell’Est europeo, che ha portato le imprese varesine ad aumentare, rispetto al 2005, il valore delle esportazioni (+9.8%). Export che non appare esteso a tutti i settori, ma soprattutto a quelli della siderurgia e della meccanica strumentale, settori che operando su commessa, appaiono meno legati a fluttuazioni. Il settore della fabbricazione e lavorazione dei prodotti in metallo conferma questo dato, con un aumento percentuale dello 0,8 rispetto al 2005».

Nel 2006 il tasso di disoccupazione nella provincia di Varese è sceso dal 5.1% del 2005 al 3.8% del 2006.  L’occupazione, nel complesso si è mantenuta infatti a livelli soddisfacenti, se si considera che l’indagine ISTAT stima che gli occupati siano 387.000, di cui circa 120.000 appartenenti all’industria in senso stretto.

Tra le critiche più comuni c’è quella di fornire un lavoro esclusivamente precario, «ma è bene ricordare – continua Luca Viotti – che il rapporto tra lavoratori a termine e quelli assunti a tempo indeterminato complessivi, in base ai dati Istat, dal 2000 al 2005 è sceso dal 15,3% al 14,5%, segno che la precarietà non è aumentata».

Le opportunità di lavoro si rivolgono anche a lavoratori stranieri, che negli ultimi anni costituiscono un’opportunità per rispondere con efficacia alla carenza di manodopera.  Il terziario rappresenta il 51% delle imprese varesine, l’industria il 38%, l’agricoltura il 3.7%.

Générale Industrielle propone, inoltre, progetti formativi finanziati da Forma.Temp per offrire possibilità di nuovo impiego ai lavoratori in mobilità, in cassa integrazione e ai disoccupati.

Chi è interessato e ha i requisiti necessari, ma anche chi è in cerca di occupazione può rivolgersi direttamente in Via XXV Aprile, 1 per inserire il proprio curriculum e avere consulenza sulle proprie competenze da parte del personale di Générale Industrielle.

(Fonti: Indagine Istat sulle forze lavoro 2006 e Camera di Commercio di Varese)

RECAPITI:
Générale Industrielle, Via XXV Aprile, 1 –  BESOZZO (Va)
tel.  03321840011
fax  03321840091
mail:
besozzo@genind.it
———————————————————-

Gi Group –  primo operatore italiano nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro – è attivo nei campi della somministrazione di lavoro a tempo determinato e indeterminato, nella ricerca e selezione di personale, nella formazione, nell’outplacement e nell’executive search. L’assetto societario di GI Group comprende Generale Industrielle, GI Formazione, GI Research, WorkNet, MPS Italia e DBM Italia, quest’ultima leader nell’outplacement.

Gi Groupguidato dall’amministratore delegato Stefano Colli Lanzi – nel 2006 ha avviato al lavoro 110.000 (+28,3% rispetto al 2005) persone e servito più di 10.000 aziende. Il fatturato complessivo è stato di 500 milioni di euro (+39% rispetto all’anno precedente). Il gruppo è presente sul territorio nazionale con più di 190 filiali e ha 800 collaboratori.
All’inizio del 2007, GI Group ha proseguito la propria strategia di internazionalizzazione acquisendo Mumme Gmbh, agenzia per il lavoro tedesca.

Ripartizione % per durata missioni 
Meno di 1 mese = 62,4%
Da 2 a 4 mesi = 26,5%
Da 4 a 6 mesi  = 5,5%
Oltre 6 mesi  = 5,5%
Provenienza 
Comunitari = 58,8%
Extracomunitari = 41,2%
Istruzione 
Diploma di scuola media inferiore = 14,2%
Diploma di scuola media superiore = 74,9%
Diploma di laurea  =10,9%
Settori 
Metalmeccanico = 34,9%
Altre Industrie = 21,1%
Terziario = 42,8%
Altri Settori = 1,2%
Qualifica 
Impiegato = 68,1%
Operaio = 31,9%

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.