Il Cittadella prova la fuga, grande equilibrio in C2

Un bel Varese veleggia nelle zone alte della classifica, mentre la Pro Patria soffre dopo la sconfitta contro la capolista veneta

Varese sprecone ma sempre più sorprendente, Pro Patria affossata dalla capolista Cittadella. Le due formazioni di serie C del Varesotto hanno affrontato una domenica difficile, contro le formazioni che guidano i rispettivi campionati. Decisamente meglio i biancorossi di mister Lorenzini, stoppati allo scadere dalla Torres, mentre i bustocchi non sono riusciti a coronare un bel primo tempo 

SERIE C1. Prova la fuga il Cittadella, che con il 2-0 alla pro Patria stacca le rivali e si porta a quota 20, inseguito da un terzetto terribile e deciso comunque a non mollare la presa. Si tratta di Venezia (2-1 alla Cavese), Padova (0-0 a Terni) e Sassuolo, tornato a vincere con un netto 3-0 sulla Pro Sesto. Un passetto dietro la Cremonese di Zauli e Graziani, che liquida con un’altra vittoria (1-2) di misura il Legnano al Mari e si mantiene a tre punti dalla vetta. A 16 il Novara, stoppato sull’1-1 dal Monza, a 15 il Foligno battuto a sorpresa a Pagani con un indiscutibile 2-0, a 12 il terzetto composto da Monza, Pro Sesto e Foggia, con i pugliesi che hanno punito il Verona allo Zaccheria per 2-0. A 11 il Manfredonia ha raggiunto il Lecco dopo averlo battuto nel posticipo televisivo del lunedì, a 10 la Pro Patria in caduta libera, più vicina alla zona calda della retrocessione piuttosto che ai playoff. A 8 il Legnano, partito bene, ma che sta dimostrando di non essere pronta per la categoria, e la Ternana, a 7 la Cavese, a 5 il Verona e a 4 il fanalino di coda Paganese. Prossimo turno con i tigrotti di mister Rossi impegnati al Bentegodi contro un Verona in crisi dopo la retrocessione dello scorso anno, mentre in testa si attendono con curiosità Cremonese-Sassuolo e Padova-Venezia, con il Cittadella che va a Sesto San Giovanni. 

SERIE C2. Quattro in testa, sette squadre in tre punti e il Varese c’è. Il girone A si conferma molto equilibrato e i biancorossi rappresentano una delle più liete sorprese del torneo. A guidare la classifica la Torres che in recupero ha fatto 2-2 a Masnago, il Lumezzane (3-0 sulla Caravaggese), l’Alto Adige (1-0 con la Nuorese) e il Rodengo Saiano (2-1 sul Cuneo). In rampa di lancio sempre il Mezzocorona, fermato sullo 0-0 a Valenza Po: ancora nessun gol subito dai trentini che mercoledì 24 ottobre recuperano la prima delle tre partite lasciate indietro, contro la Nuorese. Pergocrema (0-0 a Ivrea) e Olbia (spumeggiante 3-2 sulla Pro Vercelli) sono a 14 punti, il Varese segue a 13, Mezzocorona e Pro Vercelli a 12, Ivrea, Carpendolo (0-0 con il Canavese) e Pizzighettone (sconfitta 1-2 in casa col Pavia) a 11. A 9 la delusione di questo inizio di stagione, la Nuorese di Oliveira, insieme al Canavese, a 8 si risolleva il Pavia, a 7 la Valenzana mentre a 6 chiudono Cuneo e Caravaggese. Proprio i bergamaschi saranno i prossimi avversari del Varese nel decimo turno, mentre da seguire con attenzione ci saranno Mezzocorona-Lumezzane, Torres-Olbia, Pavia-Alto Adige e Canavese-Rodengo. Le altre sono Cuneo-Pro Vercelli, Nuorese-Ivrea, Pergocrema-Carpenedolo e Valenzana-Pizzighettone.    

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.