Il Ramadan al termine, gli islamici scrivono al ministro

Venerdì 12 ottobre "Festa di rottura" al crossodromo tra Casorate e Cardano. Il legale dei musulmani ha scritto un dossier con la cronistoria della vicenda moschea

Il più tormentato Ramadan degli ultimi anni sta per finire, a Gallarate come nel resto del mondo. Domani, venerdì 12 ottobre, sarà l’ultimo giorno di digiuno rituale, al termine del quale ci sarà la tanto attesa Aid al Fitr (Festa di rottura)  che sarà celebrata nel crossodromo più noto con il nome di Ciglione della Malpensa, sul confine tra Casorate Sempione e Cardano al Campo. Arriveranno uomini, donne e bambini: in tutto si annunciano circa duemila persone che festeggeranno unite in comunità.

Nel frattempo l’avvocato degli islamici Bruna Tatiana Ruperto ha deciso di fare un passo annunciato da tempo: il legale ha infatti scritto in un dossier particolareggiato tutta la cronistoria della vicenda della comunità musulmana gallaratese al ministero dell’Interno, più precisamente al viceministro Marco Minniti. Nel documento, oltre alle accuse all’amministrazione comunale di Gallarate, che secondo l’avvocato Ruperto non ha fatto nulla per andare incontro al dialogo, ma ha anzi messo spesso il bastone tra le ruote agli islamici, anche un’accusa al Prefetto di Varese Roberto Aragno per l’abbandono delle trattative per concedere ai musulmani un luogo coperto dove celebrare il mese sacro del Ramadan. Il legale chiede che il ministero intervenga, vedremo se questa volta saranno ascoltate le rimostranze della comunità islamica gallaratese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.