Il topo di Ratatouille? Preferisce il formaggio lombardo

Presentata a Parigi la nuova iniziativa di Autogrill, che sedurrà i cugini d'oltralpe con i nostri prodotti tipici

Il piccolo Remy, protagonista della nuova pellicola Disney, dica quello che vuole: in realtà il vero formaggio, quello più invidiato, è tutto lombardo. Il profumo dei nostri latticini fa vacillare persino il proverbiale patriottismo francese: a dimostrazione di tutto ciò l’ultima iniziativa introdotta dalla catena Autogrill, presente in forze nel paese di Napoleone, tanto da gestire un ristorante al Louvre.

Con "Fromages de la Lombardie – un monde des saveurs!", quattro grandi formaggi delle nostre zone saranno disponibili presso market, cafè e ristoranti Autogrill francesi fino a gennaio 2008. In totale i punti vendita aderenti saranno oltre 220, con un potenziale di pubblico pari a 12 milioni di persone, il 90% delle quali francesi.

I magnifici quattro del gusto sono grana padano, il gorgonzola, taleggio e provolone valpadana, tutti rigorosamente DOP. Menù degustazione, panini e insalate sfiziose a base di formaggi lombardi cercheranno di conquistare il gusto dei cugini, affinchè siano sempre più presenti sulle loro tavole.

L’iniziativa, che ci farà una bella promozione, è stata realizzata con Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia, Ice e i Consorzi di Tutela.

Penne al gorgonzola e noci, carpaccio al Grana Padano, tagliere misto di formaggi della Lombardia: questo è solo un esempio, ma i menù degustazione per far conoscere i nostri formaggi ai francesi sono tanti, e non sarà solo una questione di sapori, perché l’intento è quello di far conoscere tutto il territorio lombardo, con i suoi prodotti, ma anche per le sue bellezze paesaggistiche e per l’offerta turistica: è un invito a scoprire la Lombardia, bella e buona, nelle sue ricche sfumature di valore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.