In 200mila da Perugia ad Assisi per i diritti nel mondo

Un corteo pacifico lungo 15 chilometri con il pensiero rivolto alla Birmania. Il messaggio: "Tutti i diritti umani per tutti"

Grande successo per la 17esima edizione della Marcia della pace Perugia-Assisi. Secondo gli organizzatori hanno partecipato in 200mila persona alla manifestazione per chiedere, alla vigilia dei 60 anni fa della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, "tutti i diritti umani per tutti".

Quest’anno il pensiero di tutti è andato naturalmente alla situazione in Birmania. Il rosso quindi è stato il colore dominante di questa marcia di 25 chilometri che si ripete ogni anno. Sulla Rocca di Assisi campeggiava un manifesto che ritrae Aung San Suu Kyi, leader della Lega per la democrazia in Birmania e premio Nobel per la pace nel 1991.

I manifestanti hanno creato un corteo lungo circa 15 chilometri in cui c’era anche una delegazione dalla Russia per ricordare la giornalista Anna Politkovskaja, impegnata nella difesa dei diritti della Cecenia, morta un anno fa.

Sono circa 200 le associazioni da tutto il mondo che hanno preso parte alla lunga camminata pacifica. Fra le presenze politiche, i ministri Rosy Bindi (Famiglia), Barbara Pollastrini (Pari Opportunità), il segretario dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio (Ambiente) e Paolo Ferrero della Solidarietà a fianco dei segretari di Rifondazione Franco Giordano, e Oliviero Diliberto del Pdci.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.