Interramento e stazione di Castellanza Est, politici e Ferrovie Nord a confronto

Si è svolto a Milano un incontro del Collegio di Vigilanza sull'accordo di programma. Le Nord prendono in carico il proseguimento degli studi per la stazione est di Castellanza

Ieri presso  l’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia si è riunito il collegio di Vigilanza dell’Accordo di Programma per la realizzazione dell’interramento della
linea ferroviaria FNM Novara-Saronno a Castellanza. Alla riunione convocata dall’Assessore Regionale Raffaele Cattaneo hanno partecipato il Vicepresidente della Provincia di Varese, Carlo Baroni, il Sindaco di Castellanza, Fabrizio Farisoglio, accompagnato dall’assessore all’urbanistica Vittorio Caldiroli e dai tecnici  comunali, il Sindaco di Busto Arsizio Gianluigi Farioli accompagnato dai  tecnici  comunali, Rete Ferroviaria Italiana (RFI), Ing. Francesco  Brescia  e  Ferrovienord con il Presidente Vittorio Belingardi e l’Ing. Roberto Ceresoli.

Durante la riunione Ferrovienord ha presentato un aggiornamento sullo stato avanzamenti lavori  delle  due  gallerie  a  foro cieco di Castellanza, del raccordo X  (di collegamento tra la linea RFI Gallarate-Rho e la linea FN Saronno-Malpensa) e delle opere civili del raccordo Z (di connessione tra la  linea  FN  Milano-Malpensa e la linea RFI presso la stazione di Busto RFI). Infine Ferrovienord ha anche riferito che i lavori volti al miglioramento dell’accessibilità pedonale della zona di via Gioberti a Busto  Arsizio, concordati con i cittadini stessi, stanno proseguendo secondo i programmi.   Ferrovienord ha presentato successivamente lo studio di fattibilità tecnica della nuova stazione di Castellanza est (al confine con
il  comune  di  Rescaldina), comprensiva di sottopasso pedonale con rampe o ascensori, parcheggio  a  raso, stalli per la fermata del trasporto pubblico. Il Collegio di Vigilanza, sulla scorta di quanto presentato, ha indicato Ferrovienord come soggetto coordinatore delle successive fasi di approfondimento riguardanti gli aspetti di fattibilità tecnica, economica e trasportistica  della  nuova  fermata di  Castellanza est. Il Collegio ha inoltre incaricato le stesse Ferrovienord  di  analizzare la domanda di mobilità attuale valutando la domanda potenziale di accessibilità alle nuove stazioni. I Comuni di Castellanza e Busto Arsizio si sono impegnati a mettere a disposizione e ad integrare, all’interno degli incarichi in corso per  la redazione dei rispettivi Piani Urbani del Traffico, le indagini per definire  la  domanda  di  accessibilità  alle stazioni. Al tempo stesso la Provincia   di   Varese  si  è  impegnata  a  presentare  proposte  per  la riorganizzazione  della  propria  rete di servizi di  trasporto, in modo da favorire   la   connessione   tra   le  stazioni  attuali  e  in  corso  di realizzazione.

I Comuni di Castellanza e Busto Arsizio in collaborazione con Ferrrovienord approfondiranno  gli  aspetti  legati  al  riutilizzo  delle aree dimesse a seguito  dell’interramento  della  linea  ferroviaria.  Il tema del sedime dimesso  è  uno  degli  aspetti principali che il comune di Castellanza sta affrontando  in sede di predisposizione del Piano di Governo del Territorio (PGT).
"Sono  molto  soddisfatto dello stato avanzamento delle opere", ha affermato l’assessore   Cattaneo. "Stiamo   lavorando  tutti  con grande  impegno, Ferrovienord,  gli  Enti  Locali e la Regione naturalmente, affinché questa serie  di  interventi molto importanti per il territorio e per la mobilità possano  essere non solo realizzati, ma anche fatti in tempi brevi. Abbiamo raccolto  le  esigenze  della cittadinanza  alla  quali  vogliamo dare dei segnali positivi e concreti. La serietà e la velocità con la quale stiamo procedendo è il primo di questi segnali".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.