L’arte del ricamo e del gioiello, un mondo da scoprire

Collaborazione tra Fondazione culturale “1860 Gallarate città onlus”, Istituto Giovanni Falcone e progetto ScuolaImpresa

Un nuovo progetto importante ed innovativo a livello nazionale. È quello presentato dal presidente della Fondazione culturale “1860 Gallarate città onlus” Mario Lainati, il preside dell’Istituto Giovanni Falcone, Claudio Merletti, e il direttore e l’autore del progetto ScuolaImpresa Angela Romano. BusinessCompanySchoolBridge – ScuolaImpresa  rivolge per l’anno 2007/2008 la propria attenzione al mondo del tessile ed in particolare a quello del ricamo: «In un momento particolarmente delicato per questo settore ed in assenza di formule nuove che possano incentivare la creatività e stimolare i giovani a nuove professioni, si è inteso formulare un percorso innovativo atto a sviluppare metodologie didattiche e materiali d’apprendimento strettamente collegati all’uso di tecnologie informatiche e mezzi multimediali – si legge in una nota diffusa dagli organizzatori -. Le tecnologie informatiche hanno aperto una nuova strada verso l’innovazione, ma il modulo che tenteremo di creare vorrà percorrere strade ancora inesplorate. Grazie alle competenze professionali che andranno a confluire nell’elaborazione del progetto, si darà il via ad un’esperienza di laboratorio inedita, che è intenzione attuare presso le Scuole Medie Superiori con indirizzo artistico.

Il laboratorio avrà lo scopo di far emergere vocazioni ed attitudini attraverso il reale apprendimento delle informazioni base di un tragitto che porterà alla conoscenza di uno scenario professionale, non più in uso nell’immaginario del giovane di oggi: il mondo del Tessile e nello specifico del Ricamo ed il gioiello, sempre più attore nel settore della moda.

L’intento di ScuolaImpresa sarà quello di riportare a conoscenza delle nuove generazioni un settore che ha subito negli ultimi anni una crisi dovuta a motivi contingenti del mercato ed a strategie di vendita che non hanno sempre salvaguardato la storia, la tradizione e la qualità del prodotto. Cultura, conoscenza, tecnologia e creatività per restituire forza e risalita ad un settore che può dare molto in termini di soddisfazione alle nuove generazioni – prosegue la nota -. Il Laboratorio “ModaCreativitàGioiello” nasce in collaborazione con il Ricamificio Dama, Amministratore unico Marinella Grisetti, la Saurer, Responsabile Giovanni Mattai del Moro, AureaService by Visentingioielli, Titolare Riccardo Pietro Visentin, Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento Spa, Direttore Generale Grazia Cerini e Responsabile Area Formazione Marzia Anchieri, il Consorzio Promozione Ricamo “Dettagli Moda Italia”, Presidente Rosa Vanoni del Ricamificio Vittorio  Vanoni;  con la partecipazione di Daniela Cassol, ABI project s.n.c. embroidery services di Anna Bianchi, Paola Macchi, l’Agenzia Formativa della Provincia di Varese, responsabile Loredana Pianta ed il Patrocinio dell’Assessorato all’Istruzione di Gallarate, assessore Luca Carabelli». Il laboratorio prevede un percorso di 100 ore.  

Questo il programma:  

“Introduzione al Laboratorio” indirizzato agli allievi di Ricamo ed Orafo con Angela Romano dal titolo “Quale il contesto che promuove il Progetto ScuolaImpresa”; Marinella Grisetti: “Perché il Ricamo?”; Daniela Cassol: “La scelta del software”; Riccardo Pietro Visentin: “L’attualità nel raccordo Moda e Oro”; Grazia Cerini: “Centrocot ed il Laboratorio ModaCreativitàGioiello”.

Incontro con lo Stilista indirizzato agli allievi di Ricamo ed Orafo.

Intersezione tra il mondo del tessile e del gioiello, come accessorio moda indirizzato agli allievi di Ricamo ed Orafo, relatori Anna Bianchi e Riccardo Pietro Visentin.

Il mondo del  ricamo, tessuti, filati. Le macchine da ricamo: le fasi di ideazione e realizzazione di un ricamo industriale presso Il Centro Tessile Cotoniero – Busto Arsizio – piazza S. Anna, indirizzato agli allievi di Ricamo a cura di Paola Macchi.

Differenza tra Schiffly e Multiteste: visite a uno o piu’ ricamifici indirizzato agli allievi di Ricamo a cura di Daniela Cassol.

Studio del disegno cartaceo e realizzazione del modello su carta, con conseguente sviluppo a rapporto indirizzato agli allievi di Ricamo docenti Anna Bianchi e Daniela Cassol.

Apprendimento CAD EM-Studio Saurer, indirizzato agli allievi di Ricamo docenti Anna  Bianchi e Daniela Cassol.

Design e ricerca stilistica dei gioielli di Tendenza, ergonomia e indossabilità, indirizzato agli allievi Orafo a cura di Riccardo Pietro Visentin.

Rhinoceros® Level I – Jewelry Oriented, progettazione CAD ed esportazione nei formati macchina per la prototipazione rapida, indirizzato agli allievi Orafo, docenti Simone Zaccara e Misia Mazza.

Confronto dei progetti Ricamo ed Orafo con gli allievi dei due corsi a cura di Anna Bianchi, Daniela Cassol, Marinella Grisetti, Simone Zaccara, Misia Mazza e Riccardo Pietro Visentin.

Visita a MilanoUnica per gli allievi di Ricamo. Visita a VicenzaOro 1 per gli allievi di Orafo.

Realizzazione in macchina dei ricami, finissaggio e confezionamento dei capi  con gli allievi di Ricamo  cura di Anna Bianchi e Daniela Cassol.

Realizzazione dei prototipi in cera  dei gioielli mediante fresatura a cura di UREASERVICE by Visentin Riccardo Gioielli con gli allievi di Orafo.

Finitura dei  gioielli  a cura di Andrea Carnaghi.

Verifica e conclusione dei progetti con gli allievi di entrambi i corsi a cura dell’intero staff.

Documentazione fotografica dei lavori finiti per gli allievi di Ricamo ed Orafo a cura di Paola Macchi con la partecipazione dei laboratori “Professione Fotografo” realizzato in collaborazione con il Fotoclub “Il Sestante” e “Professione Film Maker”.

Preparazione ed organizzazione della sfilata per allievi di Ricamo ed Orafo per Moda&Oro giugno 2008 a Malpensafiere a cura dell’intero staff.

Valutazione e stesura dei profili in ingresso ed in uscita degli allievi di Ricamo da parte del Centro Tessile Cotoniero & Abbigliamento Srl.

Valutazione e stesura dei profili in ingresso ed in uscita degli allievi di Orafo da parte di Auraservice.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.