L’Enel: “I generatori dell’ospedale non si sono avviati come da regolare prassi”

Le puntualizzazioni dell’azienda energetica dopo il black out al Circolo. “Grazie al telecontrollo è stato possibile individuare immediatamente la cabina secondaria guasta”

Riceviamo e pubblichiamo la nota diramata nel pomeriggio dall’ufficio stampa dell’Enel dopo il black out di questa mattina, 15 ottobre.

 

Facciamo riferimento al disservizio iniziato stamane alle ore 7,56, a Varese, dove è scattata una linea di media tensione in uscita dalla CP di Varese sud.

Grazie ai sistemi di telecontrollo è stato possibile individuare immediatamente la cabina secondaria guasta relativa al Nuovo Ospedale di Varese. Il guasto si è verificato su uno dei riduttori di misura presenti all’interno della cabina.

Risulta che al momento del disservizio i generatori dell’ospedale non si siano avviati come da regolare prassi

Alle ore 08.48 dopo solo 52′, data la complessità dell’operazione e la tempestività dell’intervento, la fornitura MT dell’ospedale è stata rialimentata con un intervento provvisorio.
Nel pomeriggio quando l’Ospedale di Varese richiederà un fuori servizio programmato per la sostituzione del nostro riduttore di misura e per poter  sostituire inoltre anche i loro cavi di consegna, si procederà a ripristinare in maniera definitiva la fornitura. 

Ufficio stampa Enel

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.