La circoscrizione I punta sulla partecipazione

Sede aperta e moduli per avanzare richieste e suggerimenti: l'idea votata con una mozione promossa da Forza Italia

La circoscrizione centro di Gallarate lavora per costruire il futuro della città, puntando sul coinvolgimento e sulla partecipazione. L’idea nasce dal gruppo di Forza Italia, che nell’ultima riunione della I circoscrizione ha proposto una mozione votata da tutti i membri del parlamentino: si tratta di aprire la circoscrizione ai cittadini del centro per potenziare la vicinanza tra cittadini e amministratori in termini di confronto e linguaggio con l’amministrazione comunale attraverso un dialogo aperto per favorire il “prendere parte” alla vita politica dei cittadini; per l’ ascolto e la rilevazione delle istanze del singolo cittadino; per potenziare il sistema della comunicazione tra persone e istituzioni, attraverso l’accesso alle informazioni e alla circolazione delle opinioni che riguardano l’attività istituzionale della Città; per l’erogazione di informazioni sul programma amministrativo e sui progetti realizzati e da realizzare dall’ amministrazione comunale. Fino a Natale gli incontri nella sede della circoscrizione I si terranno il 13 e 27 ottobre dalle ore 17.30 alle ore 19.30, il 10 e 24 novembre dalle ore 17.30 alle ore 19.30 e il 15 dicembre dalle ore 17.30 alle ore 19.30. «È un progetto pilota per la città di Gallarate – spiega Fiorella Garbin, vice presidente della circoscrizione centro -, proprio per questo ci piace chiamarlo “Gallarate a più voci. Tenuto conto anche delle nuove tecnologie di comunicazione, chiediamo che il modulo di rilevazione proposto per raccogliere le istanze dei cittadini sia inserito nel sito web del Comune di Gallarate, nella sezione Circoscrizioni. Forza Italia chiede l’apertura della Sede della  I Circoscrizione per un’iniziativa che vuole essere di supporto alla costruzione del domani della nostra Città, per quanto riguarda l’intervento in una specifica questione: la partecipazione democratica per promuovere e sostenere le forme più adeguate ed efficaci “di una amministrazione condivisa”. La proposta si rivolge quindi a tutti i cittadini che fanno parte della Circoscizione del Centro per far sì che si possa governare anche attraverso la discussione individuale che favorisce l’ascolto del singolo e propone uno “stile” di partecipazione democratica concreto; nulla ha a che fare con il “metodo” della discussione collettiva e demagogica più volte rincorso dalle forze di minoranza chiedendo convocazioni di assemblee pubbliche, su argomenti che coinvolgono questioni e decisioni che restano in capo agli organi che per Costituzione, per legge e per Statuto sono competenti ad assumerle».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.