La “Conferenza delle Autonomie” chiede il rilancio di Malpensa

Gli enti e le realtà rappresentative della Lombardia hanno firmato il documento promosso dal presidente della Regione Roberto Formigoni

Gli enti e le realtà rappresentative della Lombardia hanno firmato oggi, lunedì 8 ottobre, il documento che chiede "il rilancio di Malpensa, leva irrinunciabile per la competitività italiana". Tutte e 69 le istituzioni che fanno parte della "Conferenza delle Autonomie" (Province, Comuni, Comunità Montane, Camere di Commercio e Università), hanno aderito all’iniziativa del presidente Roberto Formigoni.  

Il documento, si legge in una nota, ribadendo l’intenzione di preservare le caratteristiche di hub dell’aeroporto di Malpensa e auspicando il rafforzamento della collaborazione tra i principali scali del Nord Italia al fine di sviluppare un network aeroportuale, avanza delle richieste sia al Governo, sia alla Giunta Regionale. Al governo viene richiesto di esprimersi (in qualità di azionista di maggioranza) in merito al Piano Industriale 2008-2010 di Alitalia, nonchè di dare spiegazioni sul ruolo di Malpensa nell’ambito del "Tavolo per Milano". Alla Giunta Regionale, invece, viene richiesto un serio impegno nel coordinare gli attori che compongono il sistema aeroportuale del Nord.  

Tali istituzioni, si legge ancora, si impegnano ad individuare modalità condivise per il rilancio dell’intero sistema aeroportuale lombardo ed a ricercare soluzioni alternative qualora il rilancio di Alitalia si rivelasse non praticabile, o il piano industriale non tenesse adeguatamente conto dello sviluppo di Malpensa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.