La neuroradiologia “acquista” il dottor Minonzio

Prima in forza all'ospedale di Varese, il neuroradiologo sceglie Gallarate per il suo impegno nel campo del recupero neurologico

Il dottor Giorgio Minonzio, neuroradiologo, ha scelto: addio definitivo all’azienda ospedaliera di Varese per prendere servizio al Sant’Antonio di Gallarate.
Ne dà notizia la stessa azienda ospedaliera che definisce il dottor  Minonzio, neuroradiologo di comprovata esperienza e competenza professionale.
Cinquantenne, il neuroradiologo, alla fine del 2006 aveva manifestato l’intenzione di mettersi in aspettativa per un’esperienza all’Istituto neurologico Mondino di Pavia. La sua decisione aveva messo in difficoltà il reparto, già penalizzato dall’assenza di una dottoressa in maternità. Ora, con la decisione ufficiale del dottor Minonzio, il reparto di neuroradiologia del Circolo perde ufficialmente un’importante professionista e solo l’espletamento del bando avviato dall’azienda a cui hanno risposto 5 tecnici per tre posti riporterà tranquillità al servizio.

Nella nota dell’ospedale di Gallarate, si dice, inoltre, che il dottor Minonzio ha svolto stage semestrali nella neuroradiologia della Fondation de Roth a Parigi, diretta da Moret e in quella del Centre Hospitalier universitarie di Bicetre diretta da Pierre Lasjaunias.  Autore di una settantina di lavori scientifici, ha insegnato nelle scuole di specialità di radiologia e neuropsichiatria infantile dell’università dell’Insubria. Attualmente è professore a contratto di neuroradiologia  nella scuola di neurologia della medesima università.

«La figura professionale del dottor Minonzio, neuroradiologo apprezzato e stimato da tutti – ha dichiarato il direttore generale Giovanni Rania –  si inserisce in un contesto che mira a valorizzare ancora di più tutta l’area della Neurologia dell’ospedale di Gallarate, che come tutti sanno ha una lunga storia e una importante tradizione. Il dottor Minonzio lo abbiamo voluto per questo. E siamo certi che con lui verrà rafforzata la nostra mission che rimane quella di raggiungere risultati ottimali nella assistenza, cura e ricerca in campo neurologico compresa la Sclerosi multipla. È per questo che abbiamo anche voluto creare una autonoma unità operativa di recupero neurologico e Sclerosi multipla, la cui direzione scientifica è affidata al professor Giancarlo Comi dell’Università Vita e Salute del San Raffaele di Milano, nonché una struttura di Stroke Unit con posti letto dedicati e attrezzati per i pazienti affetti da ictus cerebrale.
Il dottor Minonzio con la sua esperienza professionale e la sua competenza, ha tra l’altro al suo attivo trecento trattamenti interventistici di aneurisma, saprà dare impulso e ampliare la gamma di prestazioni dei nostri servizi».

Dichiarazione del dottor Giorgio Minonzio: «Ho accettato con molto coinvolgimento la proposta e l’idea di sviluppo avanzate dalla direzione aziendale nella persona di Giovanni Rania e del direttore della Radiologia Massimo Paolucci, proprio perché si è verificata una felice concomitanza del salto qualitativo e organizzativo nel campo della diagnostica gallaratese e della sua specificità nel campo neurologico (Stroke unit,  recupero neurologico). Il lavoro da me svolto corrisponde a queste caratteristiche e ciò consentirà di attuare una strategia di sviluppo interventistico anche in ambito spinale e vascolare sfruttando le opportunità diagnostiche che il professor Paolucci ha progettato e realizzato con la nuova Radiologia scegliendo un sistema innovativo e soprattutto integrato. Un sistema che consente di andare oltre la diagnostica morfologica. Infatti le nuove apparecchiature consentono una diagnosi funzionale più legata alla clinica. Per esempio valutazioni di parametri che possono avere rilevanza di tipo funzionale per le aree eloquenti (linguaggio, motoria…) per la definizione degli interventi. Si apre un orizzonte che permetterà di ampliare la gamma delle prestazioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.