La poesia corre sul filo, del telefonino

Arriva alla sesta edizione il concorso "Bolle di parole", che per il 2007 aggiunge la categoria SMS. Ecco il regolamento completo

Il gruppo culturale “Il Ponte della Ginestra” indice  la sesta edizione del concorso di poesia “Bolle di parole”. Il concorso è articolato in quattro sezioni: scuole elementari, medie, senior(giovani, adulti..), sms.  La sezione per poesie via sms è una novità inserita da quest’anno che gli organizzatori del concorso pensano possa suscitare l’interesse di un buon numero di partecipanti. Con l’inserimento di questa sezione non  si vuole sminuire il valore della poesia scritta con mezzi più tradizionali ma piuttosto varcare i confini tra lettere e tecnologia e scoprire i risultati di un inedito connubio.

L’originalità del concorso tuttavia è determinata, sin dalla sua prima edizione, dall’eterogeneità dei partecipanti: diverse le età, diverse le storie e la formazione culturale. La cerimonia di premiazione del  concorso “Bolle di parole” si è sempre svolta in un clima di calda familiarità che nulla ha tolto alla serietà ed al valore delle opere così come all’attenzione scrupolosa della giuria, di cui hanno fatto parte nelle passate edizioni autori come Achille Abramo Saporiti, Lorenzo Scandroglio, Stefania Crema. Così accanto alle poesie semplici ed ingenue dei più piccoli per le quali la rima sembra essere strumento irrinunciabile, si affiancano le parole dense e pregnanti degli adulti.

Poesia in italiano, dialettale,  per grandi e per bambini ed, infine, poesia via sms. Il ventaglio delle possibilità offerto dal concorso di poesia “Bolle di parole”è veramente ampio e dunque non resta che rendere pensieri ed emozioni, parola. Con questo concorso, il gruppo culturale Ponte della Ginestra scommette  sulla capacità della poesia di coinvolgere, interessare, comunicare. Le precedenti cinque edizioni di “Bolle di Parole” infatti, hanno dimostrato che la poesia è davvero un polo capace di attrarre giovani e meno giovani, poeti esperti e dilettanti, tutti accomunati dal desiderio profondo di conoscere e far conoscere il proprio mondo interiore che si fa parola. Parola che dice, che comunica, che ricerca, che percorre infinite e diverse strade, che intreccia ricchi scambi tra i partecipanti ma anche tra tutti quanti prendono parte alla manifestazione anche solo da spettatori.  Dunque, poesia sì ma anche e soprattutto occasione d’incontro per vivere un momento di sosta ricca di significati e di autentica bellezza rispetto al mondo della fretta e della velocità vorticosa che fa perdere il senso più vero delle cose. 

La cerimonia di premiazione dei vincitori si svolgerà sabato 8 dicembre alle ore 16.00 presso l’oratorio di Bolladello, nell’ambito della festa dedicata al patrono sant’Ambrogio. Come negli anni passati il concorso è organizzato con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Cairate.

La partecipazione al concorso è gratuita ed aperta a tutti senza limiti di età.
Le opere a tema libero, inedite, non premiate o segnalate ad altri concorsi dovranno essere consegnate entro il 28 ottobre 2007 a:
Ponte della Ginestra, Parrocchia S. Ambrogio, piazza Pio XI, 21050 Bolladello di Cairate (VA),
oppure  all’indirizzo e-mail
echiginestra@hotmail.com.
Per la categoria SMS i componimenti dovranno essere inviati al numero 331-7354994, lasciando visibile il numero di cellulare del mittente.

Per ulteriori informazioni: www.peverock.it/bollediparole.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.