La Pro Patria vuole essere bella di notte

Posticipo serale dell'undicesima giornata (giovedì, ore 20:45): i tigrotti affrontano la Pro Sesto. Mister Rossi senza il solo Ardemagni, l'obiettivo è tornare al gol e ai tre punti

Nella settimana forse più delicata dall’inizio della stagione, sette giorni che si concluderanno col derby di Legnano, la festa di Ognissanti porterà il servizio pubblico televisivo in quel di Busto Arsizio. Giovedì sera infatti, con fischio d’inizio alle 20:45, i riflettori dello “Speroni” e le telecamere di RaiSport Satellite si accenderanno e faranno da cornice al match tra Pro Patria e Pro Sesto, valido per l’undicesimo turno di campionato. L’importanza della gara di giovedì sera è sottolineata anche dalla classifica, che vede bustocchi e sestesi impelagati a ridosso della zona playout. 

I tigrotti devono assolutamente tornare alla vittoria. Il successo manca ormai dal sedici settembre scorso, quando Tramezzani e compagni espugnarono un po’ a sorpresa, ma in modo assolutamente meritato, lo “Zini” di Cremona, dando il primo dispiacere ai grigiorossi di Mondonico. Da lì quattro pareggi e due sconfitte, che hanno riportato sulla terra la compagine guidata da Marco Rossi.

Fermo restando che il girone A di quest’anno assomiglia più a una B2 che a una C1, nel valutare le ultime sei giornate bisogna fare alcune considerazioni: se da un lato i ko sono arrivati al cospetto di signore squadre (Cittadella e Venezia), resta molto amaro in bocca soprattutto per l’1-1 interno con la Cavese, considerando il Foggia una formazione da tenere d’occhio, e i pareggi di Lecco e Verona dei risultati comunque positivi. E allora dove sta il problema nella Pro Patria di quest’anno? Senza dubbio nella pesantissima sterilità offensiva che Gasparello e i suoi colleghi d’attacco non riescono a risolvere. Quattro gol in dieci partite sono davvero pochissimi, nessuno ha fatto peggio (solo la Ternana, terzultima in classifica, ha segnato lo stesso numero di reti dei biancoblu). L’infortunio ad Ardemagni ha sicuramente influito, ma non può essere l’unica causa di questa débacle: sinora la Pro ha limitato i danni grazie alla sua difesa, la migliore del campionato, ma andare avanti a 0-0 (già quattro in stagione) non è possibile. I tigrotti non segnano da oltre un mese, è giunta l’ora di sbloccarsi.

In vista del match contro la Pro Sesto mister Rossi dovrebbe recuperare Raffaele Francioso, assente domenica a causa di un fastidio muscolare. Se il difensore classe ’83 non dovesse farcela giocherà Citterio, reduce da una buona prestazione al “Bentegodi”. Rifinitura programmata per mercoledì nel tardo pomeriggio: l’intento è quello di far prendere confidenza ai ragazzi con le condizioni che troveranno giovedì sera. 

Anche Antonio Sala, tecnico della Pro Sesto, ha optato per qualche allenamento sotto i riflettori. I biancocelesti vengono da due sconfitte consecutive (tre nelle ultime quattro gare), che hanno relegato la società della presidentessa Elisabetta Pasini in una posizione di classifica non proprio rassicurante, a un solo punto dalla zona playout. E un solo punto è anche la distanza che separa milanesi e tigrotti, a conferma di un match quantomai equilibrato.

Pro Sesto senza l’attaccante principe, quel Robert Maah che dominava la classifica cannonieri prima di fratturarsi il perone nel match contro il Foligno. L’attaccante francese ne avrà ancora per un mesetto, ma allo “Speroni” non ci sarà nemmeno il difensore Laner (infortunato) e il centrocampista ivoriano, fermato per un turno dal giudice sportivo. Mister Sala però non si fa condizionare dalle defezioni, recupera Lambrughi ed è pronto a schierare il consueto 4-3-3, che dovrebbe vedere di punta Facchinetti, Musetti e Cavagna. 

Dirigerà l’incontro il signor Alessandro Ruini di Reggio Emilia, mentre gli assistenti saranno Giovanni D’Amore e Fabio Biancalani, entrambi di Prato. In vista del derby di domenica, match davvero sentito a Busto e dintorni, la Pro Patria deve tornare a vincere: solo così cresceranno entusiasmo e attesa per una match che vale mezza stagione. La diretta tv sarà uno stimolo in più per ben figurare e, speriamo, far vedere all’Italia intera che i tigrotti sanno anche segnare. O no? 

Pro Patria – Pro Sesto (probabili formazioni)

Pro Patria (4-3-3): Anania; Candrina, Francioso, Giani, Tramezzani; Dalla Bona, Pessotto, Vecchio; Cigardi, Gasparello, Trezzi. A disp.: Capelletti, Citterio, Imburgia, Castellazzi, Marino, Negrini, Rosso. All.: Rossi.

Pro Sesto (4-3-3): Moreau; Gregori, Preite, Lambrughi, Cattaneo; D’Imporzano, Boisfer, Fracassetti; Facchinetti, Musetti, Lavagna. A disp.: Serena, Fautario, Predko, Marinoni, Palazzo, Mendil, Dalla Costa. All.: Sala.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.