La rinascita della Fiera del Cardinale

Prima giornata della nuova edizione del mercatino organizzato da Confesercenti e Comune. Tante le novità: il doppio dei banchi con più attenzione all’antiquariato di qualità, una sezione per i prodotti tipici e tante iniziative

La rinascita della Fiera del cardinale. La rinascita di Castiglione Olona. Un nuovo centro storico, completamente rinnovato per un nuovo mercatino dell’antiquariato che il prossimo anno compirà 30 anni. La nuova Fiera del Cardinale, il cui primo appuntamento è previsto per domenica 7 ottobre, è stata presentata giovedì mattina a Castiglione, con tante novità: il doppio dei banchi (48 in tutto), un’area dedicata ai prodotti tipici della provincia (dalle pesche di Monate alla formaggella del luinese), una selezione dei banchi che propongono antiquariato, scelti con la regola della qualità e dell’esposizione di prodotti che abbiano almeno 50 anni.
Il tutto contornato da numerose iniziative studiate dall’assessorato alla cultura: il concerto della banda cittadina al mattino, visite guidate per i turisti con percorsi studiati dagli studenti delle medie, la mostra di Gambini al Castello di Monteruzzo, una mostra di pittura nella sede della Proloco e un’esposizione d’arte moderna nel cortile della Corte del D’oro dove si trova il rinomato museo d’arte plastica, il Map.

Un rilancio studiato dalla Confesercenti di Varese a cui il comune di Castiglione ha affidato uno studio e la gestione dell’evento per far rinascere una fiera che negli ultimi anni aveva sicuramente perso smalto e identità, diventando un mercatino come tanti altri che ci sono in provincia.
«Abbiamo effettuato un’attenta selezione dei banchi – spiega Cesare Lorenzini, presidente di Confesercenti -. Castiglione merita di essere meglio conosciuta non solo come città, ma come borgo d’arte. E la nuova Fiera del Cardinale deve diventare il volano per far vivere tutto il mese il vecchio centro storico della città».

«Siamo molto soddisfatti delle scelte effettuate da Confesercenti – spiega il sindaco della città, Giuseppe Battaini -. Castiglione è stata la prima città ideale del Rinascimento, non tutti lo sanno, ma può tornare anche oggi a essere un punto di riferimento culturale e storico per tutta la provincia. Tanto che alla rinascita della Fiera sono abbinate numerose iniziative per far vivere una città che ha un nuovo centro storico, riportato all’antica bellezza».
Si attende quindi domenica il primo appuntamento della nuova Fiera. «Ci vorranno tre o quattro edizioni per tarare bene la struttura nuova, ma siamo decisi a crescere e migliorare -  conclude Battaini -. Castiglione attira sempre più turisti come dimostrano le giornate del patrimonio europeo:  basti pensare che in un solo pomeriggio la Collegiata ha avuto più di 500 visitatori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.