La sinistra c’è, anche a Busto Arsizio

Una cinquantina di persone anche da Busto per la grande manifestazione di Roma di sabato scorso

Una cinquantina di persone partite da Busto Arsizio hanno partecipato domenica alla grande manifestazione delle sinistre a Roma sul tema del lavoro, che ha visto sfilare centinaia di migliaia di persone (fino a un milione per gli organizzatori). Un risultato non trascurabile, vista la nota debolezza numerica di questa parte politica in città. Che non ha impedito comunque ai circa cinquanta fra militanti, simpatizzanti e sindacalisti di mobilitarsi e partire alla volta della capitale insieme ad altre 150 persone provenienti dal resto della provincia di Varese.

«Un impegno non da poco, diciassette ore di pullman per andare e tornare, ma ne è valsa la pena» osserva soddisfatto il consigliere comunale di Rifondazione Antonello Corrado. «Da Busto si sono mossi rappresentanti nostri e del Pdci, ma anche della Cgil. A Roma il corteo era qualcosa di enorme: in via Cavour mi sono fermato quando ero in testa per vederlo sfilare, ci sono volute due ore e mezza…». Quanto al livello locale, assicura, «stiamo già lavorando bene come coordinamento delle sinistre, senza attendere sviluppi dall’alto: ci uniscono i temi del lavoro e dell’ambiente e la preoccupazione per gli episodi di stampo neofascista cui assistiamo ultimamente».

Sulla stessa lungheza d’onda Cosimo Cerardi, segretario cittadino del PdCI, a sua volta tra i manifestanti a Roma. «Una bella manifestazione, con tante bandiere comuniste» rivendica. «Non contro Prodi, perchè la nostra è una forza responsabile e matura, ma per dire al governo che non è così che si va avanti. Non possiamo permettere che le istanze del lavoro dipendente e delle classi sociali più deboli non siano rappresentate in modo forte ed efficace nelle istituzioni, questo è chiaro. Le questioni strategiche del momento sono e restano quelle del lavoro, dello stato sociale, delle pensioni. Il programma dell’Unione va rispettato e attuato in tutti i suoi punti: questo chiediamo alla classe dirigente del Paese. E una manifestazione come quella di sabato risponde a chi parla di antipolitica, e risponde anche alla grande partecipazione riscontrata nelle primarie del Partito Democratico».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.