La Voce della Città: “I bar chiudano alle 23″

"Troppi schiamazzi, soprattutto d'estate"

Locali pubblici chiusi dopo le 23 e tutti a nanna, soprattutto d’estate: lo propone con una delibera Audio Porfidio. Il consigliere comunale de La Voce della Città torna alla carica sul tema dei pubblici esercizi dopo la recente approvazione da parte del consiglio comunale di un suo emendamento al regolamento dei dehors per impedire l’occupazione di aree destinate a posti auto.

Dopo una lunga premessa in cui espone il problema degli schiamazzi e rumori molesti causati a tarda sera dall’apertura prolungata di alcuni bar soprattutto nella bella stagione, e tenuto conto che gli orari di partura sono a libera scelta degli esercenti ma entro i limiti stabiliti dal sindaco e dagli indirizzi generali della Regione, Porfidio propone di limitare alle 23 l’orario di apertura per dare un taglio al problema. La limitazione non si applicherebbe tuttavia ai locali che, oltre alla somministrazione di cibo e bevande, forniscono anche svago e intrattenimento (vedi discoteche e simili).

Al sindaco, secondo il testo della delibera proposta, spetterebbe "l’esigenza di predisporre per tempo un piano di coordinamento riorganizzativo degli orari degli esercizi commerciali di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande" tale da poter fissare nelle 23 il termine massimo di apertura.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.