Ladri in reparto, mammografie sospese per tre giorni

Il furto all'ospedale Del Ponte forse nel weekend: spariti tastiera, monitor e mouse. Esami ripresi solo oggi

Ladri nel reparto di senologia dell’ospedale Del Ponte. Tra sabato pomeriggio e domenica qualcuno è riuscito ad entrare in reparto e a portarsi via tastiera, monitor e mouse della macchina che esegue le mammografie. Un furto che ha danneggiato, oltre alla macchina, il reparto intero: per tre giorni è stato impossibile sottoporre a mammografia le donne che avevano già prenotato l’esame, anche con un anno d’anticipo.
Soltanto questa mattina, mercoledì 24 ottobre, i pezzi rubati sono stati sostituiti e in reparto l’attività è ripresa normalmente. Con un unico inconveniente: che le donne il lista d’attesa hanno dovuto fissare un nuovo appuntamento, anche se con tempi più ravvicinati.
E questo è l’aspetto che riguarda “l’interruzione di un pubblico servizio”, aspetto delicato ma non così inquietante come il fatto che il furto nel reparto di senologia è solo l’ultimo episodio che si registra nell’azienda Ospedaliera di Varese e su cui un’indagine interna cercherà di far luce.
Solo venti giorni fa un fatto analogo era accaduto nel reparto di oculistica: i ladri, anche in questo caso, si erano portati via parti del computer di un delicato strumento che serve per eseguire l’OCT,
un esame, non invasivo, che utilizza un fascio laser per fotografare la retina. Gravi i disagi anche per il reparto di oculistica: gli esami sono stati tutti rinviati di alcuni giorni.
Restano senza risposta, almeno per ora, alcune domande: com’è possibile che in vari reparti, nei due ospedali, di Circolo e del Del Ponte, ci si riesca ad introdurre così facilmente e a portare via, senza essere visti, parti dei computer di macchine delicate e costose? Altra domanda: chi si occupa di denunciare i furti? E soprattutto chi ha raccolto le denunce, visto che carabinieri e polizia sostengono di non sapere nulla delle incursioni in ospedale?
Non è una novità che l’ospedale  venga preso di mira dai ladri: nei reparti più isolati spesso spariscono piccoli oggetti, materiale ospedaliero. Ma a questo punto è evidente che qualcuno ha capito che i macchinari possono essere facile “preda”. E questo rappresenta senza dubbio un nuovo problema per un ospedale che ha già tante questioni ancora aperte e da risolvere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.