Lavagne digitali e muri interattivi, ma a Smau vincono le aziende

Tante curiosità e tutto quello che serve alle imprese di oggi: ecco cosa offre il Salone dell'informatica, aperto fino al 20 ottobre

Il futuro c’è, anche se non si vede. Per il secondo anno consecutivo Smau, il salone della tecnologia giunto alla 44esima edizione, ha sperimentato con successo l’apertura dedicata esclusivamente ai professionisti, presentando loro tecnologie pratiche per il futuro delle aziende. Il vero protagonista del salone, che rimarrà aperto da mercoledì 17 a sabato 20 ottobre, rimane ancora il Voip, il futuro della telefonia che, basandosi su Internet, si fa più potente ed economico. Decine gli stand dedicati, riprova che è questo il settore di sviluppo più interessante e ricco di competizione anche quest’anno.

Non c’era solo questo però, perché sui 35mila metri quadri di settore espositivo, qualcosa di interessante e curioso in questa Smau c’è ancora. Tra cellulari sempre più tuttofare (il nuovissimo Blackberry 8120, della serie Pearl, ha catalizzato l’attenzione) e computer portatili sempre più potenti e solidi, spiccavano altre tecnologie innovative, e con un discreto potenziale.

Per i commercianti e i gestori di reti distributive, la centralizzazione dei dati è ancora la parola d’ordine, con i palmari che, grazie all’accesso wi-fi, riscoprono una vocazione professionale, beffandosi dei prematuri presagi di morte. Li vedremo ancora a lungo, sempre più potenti e pensati per esigenze in movimento: magari per prendere semplicemente le ordinazioni al ristorante, oppure per controllare i materiali impiegati in un cantiere edile all’estero. Dispositivi sempre più potenti e fisicamente solidi, oltre a possedere connettività di ogni tipo, compresa quella satellitare in GPS.

Altrettanto interessanti, e speriamo di vederle davvero nel nostro futuro, le soluzioni per l’e-learning. Tra queste le lavagne digitali, che consentono al docente di scrivere direttamente su un display, salvando una copia elettronica di quel che si è scritto. Non solo: gli studenti possono interagire con la lavagna scrivendo dal banco, abbandonando almeno in parte il vecchio concetto di lezione frontale. Una tecnologia disponibile da alcuni anni, ma sempre più economica, per stare al "passo" della scarsa capacità d’investimento della scuola italiana.

Tanto lo spazio dedicato anche alle istituzioni, che hanno presentato gli ormai attualissimi sistemi di e-governement nelle mani del cittadino. Tra queste ha fatto bella mostra delle sue potenzialità la Carta Regionale dei Servizi, che già oggi consente ai cittadini che la possiedono la prenotazione delle visite all’ospedale in alcune farmacie e al call center regionale. In futuro sarà possibile prenotare le visite ed accedere ad altri servizi anche direttamente da casa, grazie ad Internet. Altra istituzione fortemente presente il Comune di Milano, per spiegare i vantaggi della carta d’identità elettronica e i molteplici servizi offerti dal suo portale, ai quali si aggiunge oggi MultaSemplice, che consente a tutti i cittadini di prendere immediata visione del verbale consegnato dalla Polizia Locale, oltre alla fotografia digitale dell’infrazione.

Se quella che cercate è tecnologia da fantascienza, invece, i prodotti più accattivanti sono quelli presentati dalla ditta di Treviso iO, che al padiglione di IBM ha fornito Sensitive Floor, un pavimento che cambia colore e crea animazioni sotto i passi del visitatore, Sensitive Wall, un muro-infopoint con il quale l’utente può interagire con un semplice movimento delle braccia e Sensistive Table, un tavolo schermo sul quale interagire direttamente con le nostre mani. Un passo avanti nell’interfaccia utente, che ricorda sempre più da vicino Minority Report.

Infine, tra le mille offerte utili e quelle più futili, una regina dello sport: la torcia delle prossime olimpiadi di Pechino, disegnata dalla Lenovo. Perché nell’informatica un pizzico d’estetica ormai è d’obbligo.

Qualche esperto del settore dice che la Smau non è più "quella di una volta". Forse non sarà spettacolare come nella fase di apertura al pubblico, ma per capire qual’è il vero futuro dell’informatica, e quali siano le esigenze delle aziende, questo rimane ancora oggi il vero salone di riferimento.

Galleria fotografica

Smau 2007 4 di 18
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Smau 2007 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.