Lidia Rusconi, finalista al premio Mazzarella

La passione per il teatro e l'amore per il mito di Orfeo ed Euridice sono gli ingrendienti della nomination per le premiazioni che si svolgeranno il 5 novembre

Con "Mai come prima", rivisitazione del mito di Orfeo ed Euridice scritta dalla studentessa Lidia Rusconi e andata in scena tra le produzioni del Laboratorio di Teatro dello scorso anno scolastico, l’Istituto Superiore Statale "Alessandro Manzoni" di Varese è una delle nove scuole finaliste alla V edizione del Premio nazionale Michele Mazzella per una drammaturgia giovane.

La classifica definitiva si conoscerà nella serata del 5 novembre, quando al Teatro Quirino di Roma gli attori che hanno fatto parte della giuria – Alessandro Gassman, Virginio Gazzolo, Anna Mazzamauro, Mariano Rigillo, Max Tortora – leggeranno brani dei testi finalisti. Lidia, che ha conseguito a luglio la maturità linguistica e adesso frequenta la facoltà di lettere con un curriculum di storia e conservazione dei beni teatrali e cinetelevisivi, è cresciuta teatralmente all’interno del Laboratorio del "Manzoni", ai cui spettacoli, nei gruppi guidati dalla professoressa Giusy Prinzi, ha partecipato fin dai primi anni di liceo. Due anni fa, innamorata del mito di Orfeo, a partire dalla conoscenza profonda delle varie versioni ricorrenti nella storia della letteratura – da quelle di Virgilio e Ovidio a Rilke e Pavese – ha ripercorso in un testo originale, agile e incisivo, quella storia universale che parla dell’amore e della morte agli uomini e alle donne di tutti i tempi. E l’ha messa in scena con un gruppo di compagni, da regista e da attrice insieme, in un’esperienza totale dei diversi aspetti del lavoro teatrale.

Oltre che dal "Mazzella", il testo di Lidia è stato selezionato dal Festival del teatro della scuola di Lovere (Bergamo), dove è andato in scena il 17 aprile scorso, nell’ambito dell’edizione dedicata alle "Continuità eroiche tra classico e moderno".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.