«Lo svincolo non porterà alcun risultato positivo»

La lista del centrosinistra di Uboldo interviene dopo l’incontro pubblico di presentazione del progetto avvenuto la settimana scorsa

Fa discutere l’incontro sullo Svincolo avvenuto la settimana scorsa alla presenza pubblica di tutte le parti in causa. Finora il Centrosinistra di Uboldo, alla guida della passata amministrazione e lista esclusa dalle competizioni elettorali di maggio, non era ancora intervenuta ufficialmente su come era andato l’incontro. «Un’assemblea che gli  organizzatori  volevano  docile  e  autocelebrativa che  si è  invece  trasformata,  per iniziativa dei presenti, in un incontro vivo e vero, dentro la sostanza delle cose. Pur non negando il rispetto al parterre di ospiti che il Sindaco aveva invitato, non c’stata per loro, da parte del pubblico, alcuna riverenza gratuita».

«Il Sindaco, ad inizio incontro, proponeva una carrellata di interventi delle autorità. “superiori”, dopo di che avrebbe concesso la possibilità di “brevi domande”. Dall’assemblea si sono pretese, invece, relazioni chiare e rapide ed ampia possibilità di interventi da parte dei cittadini. Quella che forse, negli intenti del Sindaco, doveva essere una passerella (o una barricata difensiva) è dunque  diventata,  per  opera  dei  cittadini  presenti,  un  momento  di  verità  su  tante  cose  dette  ai danni degli Amministratori de “Il Centrosinistra di Uboldo” che in questi anni si sono opposti allo svincolo proponendo alternative di maggiore buon senso».

Il centrosinistra chiarisce la propria posizione: «Falso  che  gli  ex  Amministratori  di  Uboldo  rifiutassero  il  dialogo  (vero  che  lo  svincolo  fu  deciso contro  Uboldo  e  Origgio,  i  quali  potevano  solo  dialogare  su  aspetti  secondari  dell’opera  ma  non dubitare della sua necessità). Falso che svincolo e varesina-bis  risolverebbero i disagi della via IV novembre (vero che, a regime, il traffico globale sul territorio di Uboldo crescer. del 25%). Falso che centro sportivo e (residue) aree a verde verrebbero tutelate e risparmiate (vero che come “principio generale” l’assessore regionale Cattaneo ha ipotizzato la “valorizzazione (sic) delle aree nei pressi degli svincoli”). Falso  che  la  precedente  Amministrazione non  avesse  proposto  alternative  (vero  che  “Il Centrosinistra  di  Uboldo” proponeva cose  di  buon  senso: il  territorio  è  scarso  e  prezioso,  non sprecatelo,  sistemate  prima  il  crocevia  Lazzaroni  con  quattro  rotatorie  che  dividono  il  traffico “autostradale” da quello locale, fate solo la terza corsia dell’A9.  Attenti che già la Pedemontana in senso  stretto – da Busto/Malpensa a  Monza/Bergamo via  Tradate  - alleggerirebbe  il  traffico  sulla  Saronnese.  Solo dopo tutto  ci.  potrete  valutare  se  proprio  occorre  un  tale  svincolo  e  la  varesina-bis).

«Tale risultato-verità non porterà tuttavia alcun risultato positivo – conclude il Centrosinistra -. Questo per la semplice ragione che quello fatto era un incontro stabilito dal Sindaco dopo avere già deciso in Consiglio Comunale per il sì allo svincolo. Scelta  che  ha  lasciato  noi  (e  non  solo  noi) del  tutto  costernati,  poiché è  ragionevole  pensare  che prima si  facciano  le  assemblee-consultazione  e  solo  dopo una  Amministrazione  assuma,  pur autonomamente, la sua decisione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.