“Milano Yoga Festival”, tre giorni all’insegna della meditazione

Dal 19 al 21 ottobre torna al “Superstudio Più” di via Tortona la rassegna dedicata all’antica arte indiana

Una “tre giorni” all’insegna della meditazione e del relax, ma soprattutto un’occasione imperdibile per scoprire e sperimentare le diverse tecniche di una pratica millenaria nata e sviluppatasi in India e praticata oggi da oltre cento milioni di persone nel mondo.

Stiamo ovviamente parlando del “Milano Yoga Festival”, rassegna nata per le cure di Giulia Borioli – giornalista di costume, regista e autrice tv – e  Sabrina Grifeo – insegnante di Yoga e fondatrice, nel 1997, del Centro di Cultura Rishi di Milano – e che, dal 19 al 21 ottobre prossimi, riempirà le sale del  nuovissimo “Superstudio Più” di via Tortona 27  con un ricco programma di eventi e iniziative.

“Lo yoga è una disciplina importante per il corpo e per la mente – ha piegato Giovanni Terzi, assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, in occasione della presentazione alla stampa dell’iniziativa – e soprattutto per una città come Milano, che appare nevrotica e caotica, ma che ha dimostrato con questa iniziativa di saper fermare le lancette dell’orologio per accogliere qualcosa di diverso dalla propria spontanea vocazione”.  “Il nostro desiderio – ha precisato la direttrice artistica Sabrina Grifeo – è infatti quello di portare un tema così profondo in un ambiente solitamente consacrato al commercio”.

Fil rouge dell’edizione 2007 di “Milano Yoga Festival” sarà la meditazione, analizzata nelle sue più diverse tecniche, nei movimenti preparatori fisici e mentali, nelle ripetizioni vocalizzate o silenziose del “sacro suono universale”. In programma 20 workshop – tutti condotti da personaggi di primo piano del panorama  “yogistico” nazionale e internazionale – quattro conferenze, tre laboratori esperienziali dedicati al Mantra, al Sanscrito e al potere del suono, due mostre – fra cui “The Hindu Pantheon – Un secolo di immagini devozionali della mitologia indiana”, esposizione nata da un’idea dell’art director Johnny Dell’Orto e per le cure dello scrittore e sceneggiatore Antonio Monroy – e molto altro ancora.

La sezione “Incontri con…” offrirà al pubblico la possibilità di incontrare e ascoltare le testimonianze di discepoli che hanno vissuto vicino a grandi Maestri.  Attive anche un’area dedicata ai viaggi in Oriente e un’area “contatti”, adibita allo scambio di informazioni con scuole, associazioni, centri culturali e case editrici specializzate

Anche i bimbi potranno cimentarsi in una serie di attività destinate alla scoperta, attraverso il gioco, delle prime pratiche Yoga, mentre per tutti gli appassionati di musica e ballo sabato sera sarà di scena la “Bombay Groove Night”, con una performance della “Prem Joshua Band”.

Per tutti gli appassionati dell’India l’appuntamento da non perdere è dunque per il prossimo weekend al Superstudio Più di via Tortona 57. L’ingresso (con tessera associativa obbligatoria) è di 5 euro, 20 per ciascun workshop.

Per informazioni: http://www.milanoyogafestival.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.