Miss Italia Mondo ad un corso per testimonial, contro il fumo

Ecco i dettagli del curioso seminario della Lega contro i Tumori, dedicato ad una classe di bellissime d'eccezione

Si è conclusa la giornata di formazione delle Miss a testimonial della salute, organizzata dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori): la bellezza come specchio di una vita senza fumo e senza eccessi.
 
Giovedì 27 Settembre presso i locali della LILT in Via Alessandro Torlonia, 15 (Roma), 9 Miss tra le più motivate e la detentrice del titolo Miss Mondo Italia 2007 Giada Wiltshire, hanno seguito un programma di formazione della durata di un giorno, con inizio alle ore 10:00 e fine alle ore 18:00.
 
Un incontro importante per un obiettivo importante: sensibilizzare giovani e belle ragazze al problema del fumo e farle essere testimonial della sua lotta.
 
Ben otto ore di full immersion con la sempre più attuale problematica del fumo.  Articolata l’analisi del caso sviscerata secondo i seguenti punti:

  1. capire il problema del fumo;
  2. come comunicarlo e a chi;
  3. diventare testimonial (esercizi pratici).

Un programma intenso quanto stimolante, finalizzato alla preparazione delle Miss a farsi promotrici della lotta contro il fumo soprattutto negli ambienti frequentati dai giovani come scuole e discoteche.
 
Al termine della formazione ogni ragazza ha avuto il compito di redigere una tesina su un argomento inerente al problema fumo, con lo scopo di sensibilizzare i giovani e raggiungere una piena consapevolezza dei danni che la dipendenza dal fumo può provocare.
 
Le ragazze hanno scelto ognuna una tematica su cui relazionare. Giada Wilshire Miss Mondo Italia 2007 ha scelto come titolo della sua relazione “Il Fumo: Vizio o Dipendenza?”; i titoli delle altre tesine sono: “Il fumo tra i giovani” Anna Bassano, “Fumo? Tante domande e poche risposte” Eleonora Arganese, “Fumo e bambini” Ilenia Bozzola, “Tutti gli aspetti del Fumo” Elena Serio, “Fumare e…? Riflettere, rispondere, agire” Jessica Riccardi, “Il Fumo: conoscerlo e evitarlo” Valentina Mascia.
 
Ancora una volta la dimostrazione che la bellezza non è fine a sé stessa ma può essere un valido strumento per veicolare tra i giovani messaggi salutari.
 
L’evento, che si inseriva nel mese rosa della salute, è stato presentato in conferenza stampa presso la sede del Senato italiano nella mattinata dello stesso giorno, ed è stato supportato anche dal Ministro della Salute Livia Turco e dalla Federazione contro le Malattie Polmonari presieduta dal Dott. Sen. Mangiacavallo.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.