Misure anti-schiamazzi, anche l’Udc contro Porfidio

"Far chiudere i bar alle 23 vorrebe dire mettere il coprifuoco, Busto invece deve vivere" scrive il consigliere Udc Enrico Salomi

Riceviamo e pubblichiamo

Vogliamo una città viva e vivibile!

Questo è l’impegno che come Udc di Busto Arsizio chiediamo alla Giunta comunale.

Abbiamo letto la proposta di delibera de “La Voce della Città”, secondo la quale tutti i bar e gli esercizi commerciali dovrebbero essere chiusi entro e non oltre le 23.

Insomma, una sorta di coprifuoco, nemmeno ci trovassimo in tempo di guerra!

Con quale risultato?

Già ora ci lamentiamo che Busto Arsizio è una città morta, che dopo le 20 il centro cittadino è deserto.

E i nostri giovani sono costretti a prendere l’automobile (con tutti i rischi del caso, soprattutto nei fine settimana…) per andare a Legnano, a Gallarate, a Varese e a Milano.

Se poi il consiglio comunale dovesse votare la delibera proposta da “La Voce della Città”, allora vorrebbe dire costringere quei pochi bar coraggiosi, che sfidano il “deserto dei Tartari” che circonda Busto, a tirare giù la serranda.

Questa non è la città che noi vogliamo.

Per questo motivo chiediamo anzi alla Giunta e all’Assessore al Commercio di attivarsi per stendere un regolamento comunale che favorisca l’apertura di nuovi esercizi commerciali all’interno dei centri storici, per far vivere la città e per permettere ai nostri giovani di rimanere a Busto senza dover raggiungere mete più o meno lontane.

E chiediamo al consiglio comunale di bocciare la proposta de “La Voce della Città”, perchè nessun consigliere possa poi accusare questa Amministrazione Comunale di aver lasciato (se non addirittura peggiorato!) le cose rispetto a come stavano prima…

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.