Mondiali, è l’ora di un nuovo sopralluogo

Tra il 22 e il 25 ottobre sarà in città una delegazione dell'Uci per verificare l'avanzamento dei preparativi. Sola: "Forse stabiliremo gli orari di gara"

Mentre Varese si prepara a riaccogliere la partenza del Giro di Lombardia, con la punzonatura di venerdì 19 a Villa Recalcati e il via sabato mattina davanti a Palazzo Estense, la macchina organizzativa del Mondiale prevede a breve un altro importante appuntamento con l’Unione Ciclistica Internazionale.

Da lunedì 22 a giovedì 25 ottobre infatti è previsto l’arrivo in città di una folta delegazione del massimo organismo ciclistico che svolgerà una nuova serie di sopralluoghi accompagnata dai dirigenti di Varese 2008. Giovedì inoltre ci sarà un vertice con i tecnici della Rai, per pianificare tutte le problematiche legate alle trasmissioni televisive.
«Saranno quattro giorni importanti – spiega il direttore generale Gabriele Sola – nei quali verranno ripercorse tutte le decisioni prese fino ad ora, verificati i passi avanti dopo la precedente visita avvenuta lo scorso aprile (nella foto l’ispezione alla rampa di accesso all’ippodromo), ricontrollati nel dettaglio i percorsi di gara. Inoltre – prosegue Sola – potremmo avere la definizione degli orari di gara che per adesso non sono stati fissati. Notizie importanti perché servono anche per pianificare la circolazione cittadina e le possibilità per gli atleti di testare il percorso».
Non va infatti dimenticato che, tra le varie pecche del Mondiale di Stoccarda, c’è stata quella di non aver chiuso il circuito per permettere ai professionisti di allenarsi, costringendoli a dribblare auto e pullman con i relativi scarichi.
I delegati Uci che visiteranno Varese saranno una decina, anche se alcuni non rimarranno in città per tutti i quattro giorni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.