Movimento libero: “Ecco il partito delle tasse”

Il consiglio comunale boccia la mozione presentata contro l’eccessiva pressione fiscale

Riceviamo e pubblichiamo

Il Consiglio Comunale di Varese, riunitosi ieri sera, ha bocciato la mozione presentata da Movimento Libero contro l’eccessiva pressione fiscale. Su 32 presenti in aula, 18 sono stati i voti contrari, 12 i favorevoli e 2 gli astenuti.
In particolare, il deliberato della mozione prevedeva due punti estremamente semplici, ma di sostanza, che hanno permesso di verificare la reale volontà politica sulla tematica dell’eccessiva tassazione.
 Il primo punto impegnava l’Amministrazione Comunale a non aumentare in alcun modo la tassazione locale, già, peraltro, abbondantemente aumentata nell’ultimo anno.
 Il secondo ad esprimere un formale parere negativo sulla politica economica del Governo.
Il partito delle tasse, che ha bocciato la mozione, è composto da tutto il centro-sinistra, dall’Udc, e da quasi la totalità della Lega Nord(i consiglieri Porrini e Siluri si sono astenuti). Ad appoggiare il contenuto della mozione Movimento Libero, An e tutta Forza Italia, che contraddicendo il novello Padoa Schioppa locale, l’assessore forzista Ciro Grassia, che aveva poco prima espresso parere sfavorevole, ha votato in blocco favorevolmente.
“Il partito delle tasse di Varese – afferma Alessio Nicoletti – è uscito allo scoperto. Hanno saputo solo dire solo che la mozione era demagogica. Se non volere continuare a spremere fiscalmente i cittadini è demagogia, allora sarebbe il caso che chi ha votato contro impari a farne un po’.
 L’Italia – rincara la dose Nicoletti- è arrivata al 43,5% di pressione fiscale media e Varese grazie all’operato dell’assessore Grassia, novello Padoa Schioppa, studioso di come incrementare la pressione fiscale locale, risulta essere una delle Città più tartassate d’Italia.
Almeno da oggi- conclude Nicoletti- sappiamo chi ringraziare: IL PARTITO TRASVERSALE DELLE TASSE!”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.