Mucci critico sui tempi di attuazione del pacchetto sicurezza

Il primo cittadino gallaratese: “Le spaccature hanno creato una serie di proposte che non sono in grado di dare risposte concrete ai cittadini in un settore importante e delicato”

«Come sindaco esprimo la mia aspra critica a quanto deciso ieri dal governo circa l’attuazione del pacchetto sicurezza. La strada intrapresa del disegno di legge che dovrà passare in Parlamento, anziché un decreto che potesse essere subito attuato, apre le porte a un iter parlamentare lungo e dunque all’incapacità e all’impossibilità di fornire risposte immediate e concrete a situazioni urgenti che devono essere affrontate nell’interesse e nella tutela dei cittadini». Lo afferma il primo cittadino di Gallarate Nicola Mucci, unendosi di fatto alle considerazioni già avanzate anche dall’Anci, ribadendo la necessità di risposte in tempi brevi ai cittadini su questioni di stretta attualità e urgenza quali la sicurezza.  

«Inoltre – aggiunge Mucci – i contenuti del pacchetto varato dal governo lasciano aperti dubbi su alcune tematiche. E la divisione anche nella votazione, con alcuni ministri che non hanno approvato il pacchetto, crea un’ulteriore difficoltà perché ha di fatto creato una serie di proposte che si rivelano lacunose e non in grado di affrontare problematiche delicate dando risposte concrete». L’augurio del sindaco di Gallarate è che le istituzioni centrali si attivino in maniera celere e concreta per arrivare all’approvazione di normative certe e sicure, che possano garantire i cittadini nel bisogno crescente di sicurezza che viene richiesto. «I ritardi nel concretizzare le risposte da parte del governo di centrosinistra in materia di sicurezza hanno testimonianze anche sul nostro territorio, che da tempo chiede inutilmente il potenziamento degli organici di polizia di Stato e carabinieri, nonché delle strumentazioni in loro possesso per intervenire in maniera capillare – conclude il Mucci -. Gallarate stessa paga le conseguenze di questo assenteismo: da tempo ci è stata assicurata l’attivazione sul territorio comunale del servizio legato alla Polizia di prossimità, ma le numerose questioni legate alla sicurezza e ancora insolute non hanno permesso, allo stato attuale, che questa figura possa essere effettivamente attivata sul nostro territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.