Navigazione sul Naviglio: un grande successo

Oltre 12mila persone hanno usufruito del servizio estivo di battelli sui tre percorsi del Naviglio Grande. A dicembre si ripartirà

Sono state oltre 12mila le persone che tra il 25 aprile e il 30 settembre scorsi hanno usufruito delle corse estive sul Naviglio Grande, il più amato dei canali milanesi tornato ad essere percorribile e a svelare così a milanesi e turisti tutto il suo fascino, tra abbazie, ville, cascine e parchi.

Tre gli itinerari proposti da Navigli Lombardi Scarl, il soggetto preposto a recupero, gestione, rilancio, valorizzazione e promozione del Sistema Navigli che ha organizzato la navigazione in partnership con il Consorzio dei Comuni dei Navigli e con la collaborazione del Touring Club Italia.
La Linea 1 o "delle Conche" è stata la più gettonata dai visitatori: il suo tragitto prevede la partenza dall’Alzaia Naviglio Grande per poi proseguire in città tra la chiesa di San Cristoforo e Conchetta con tanto di passaggio in Darsena. La Linea 2 "del Parco Sud" ha invece portato i navigatori verso Corsico e Gaggiano, fino al cuore del Parco Sud. Infine la linea "delle Delizie", da Castelletto di Cuggiono a Cassinetta di Lugagnano, attiva per 40 giorni, ha portato i visitatori ad esplorare la zona dell’hinterland in cui convivono natura e arte, tra le bellezze del Parco del Ticino e le splendide ed imponenti Ville Viscontee.

L’ottimo risultato numerico è ancor più significativo se si considera che già ad oggi (senza quindi le corse invernali) si registra un incremento del 22% rispetto all’intera stagione 2006. Per ventitrè week-end i 50 chilometri di naviglio sono stati solcati dai battelli sui tre percorsi. Ora la navigazione turistica tornerà nel periodo delle festività natalizie (sulla Linea 1), dai primi di dicembre all’8 gennaio 2008, in concomitanza dell’apertura del patinoire sulla Darsena. Intanto lo scopo dell’iniziativa, restituire a Milano il suo antico splendore grazie ai Navigli, è stato raggiunto. 

«La nostra soddisfazione è grande – ha così dichiara Emanuele Errico, presidente di Navigli Lombardi – I Navigli sono percepiti come un’eccellenza di Milano e della Lombardia e i dati della navigazione turistica ci  confermano ancora una volta quanto sia grande la domanda di conoscere e vivere le straordinarie bellezze del nostro territorio. Questa prima iniziativa – continua Errico – ha acceso i riflettori sulle potenzialità dell’intero sistema navigli che misura 142 chilometri di canali su due provincie, un immenso patrimonio da tutelare e potenziare non solo in termini di fruizione turistica. I canali rappresentano infatti una formidabile risorsa per lo sviluppo di energie rinnovabili e grandi possibilità si possono aprire, all’interno dei tre parchi che i cinque navigli attraversano, con la riqualificazione degli immobili di qualità e di pregio, oggi dismessi, a destinazione ricettiva ed alberghiera». 
«La società consortile – conclude Errico – ha permesso la realizzazione di oltre 40 chilometri di piste ciclabili ed ha perseguito in questi due anni di attività ogni occasione per reperire risorse per la riqualificazione infrastrutturale dei canali, migliorare la qualità della vita dei residenti e aumentare la competitività delle Comunità/Sistema. Un lavoro che vogliamo ancor di più sviluppare con il pieno supporto di tutti gli attori coinvolti, siano essi pubblici o privati».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.