Nomine nella sanità: Formigoni chiede il parere ai cittadini

Fino al 30 novembre, chiunque può inviare una mail al Governatore con giudizi e informazioni sui 520 candidati

Il 23 dicembre prossimo la Giunta regionale nominerà i 47 nuovi direttori  generali della sanità. Si tratta di quindici direttori di Asl, 29 di aziende ospedaliere ( che vengono nominati su incicazione degli assessori Bresciani e Abelli) e tre direttore degli IRCCS ( nominati direttamemnte dal Presidente Formigoni).

Per arrivare ad un risultato il più possibile condiviso e trasparente, il Governatore apre la sua e-mail ai cittadini perchè segnalino pregi e difetti dei 520 candidati riportati sul sito della sanità regionale.

All’indirizzo roberto_formigoni@regione.lombardia.it tutti potranno inviare segnalazioni, commenti o giudizi, l’importante è che ci sia ben specificata l’identità di chi scrive: «Leggerò solo le e-mail firmate e riconoscibili» sottolinea il Presidente che aggiunge: «La responsabilità delle nomine è e resta della Giunta e del sottoscritto».
La legge nazionale prevede che, per poter dirigere un’azienda sanitaria, si devono avere la . laurea e un’esperienza almeno quinquennale in un ruolo di vertice. Nella nostra regione, a questi due requisiti, si aggiunge quello dell’iscrizione nell’elenco regionale.
Nell’elenco sono iscritti anche i varesini:
Fabio Banfi, attuale direttore sanitario dell’Asl Varese, Maria Cristina Cantù, chiamata a dirigere l’Asl Milano 1, Giovanni Daverio, direttore generale  delle politiche della famiglia al Ministero del Welfare, Patrizio Frattini, dirigente medico all’Asl di Varese, Lucas Maria Gutierrez, attuale direttore sociale dell’Asl di Varese, Carlo Lucchina, direttore generale della sanità lombarda, Andrea mentasti, direttore generale dell’azienda ospedaliera di Treviglio, Ester Poncato, braccio destro del direttore sociale Gutierrez, Giovanni Rulli, dirigente medico dell’Asl, Sergio Tadiello, direttore amministrativo al Circolo, Pietro Zoia, direttore generale dell’ospedale di Busto, solo per citarne alcuni.

I cittadini che vorranno esprimere un parere, dare un consiglio o avanzare una richiesta hanno tempo fino al 30 novembre, data in cui i giochi entreranno nel vivo per completarsi alla vigilia di Natale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.