Nuova tecnica respiratoria per i malati di distrofia muscolare

Il 12 e 13 Ottobre si terrà al Boscolo Hotel Porro Pirelli, il convegno scientifico “La Respirazione Glosso-Faringea: una tecnica per l’immersione in apnea o una manovra salva-vita?”

Il Dottor Carlo Bianchi, medico consulente UILDM, ha organizzato, insieme all’Istituto Sacra Famiglia con la collaborazione della Sezione UILDM di Varese e del Lions Club di Laveno Mombello Santa Caterina del Sasso., un convegno dal titolo: “La Respirazione Glosso-Faringea: una tecnica per l’immersione in apnea o una manovra salva-vita?”.

Il Convegno promuove la conoscenza e la diffusione di una tecnica respiratoria destinata ai malati di Distrofia Muscolare.

Nell’evoluzione progressiva della malattia con la perdita di forza dei muscoli si verifica un deficit a livello di molte funzioni organiche (es. perdita del cammino) ed anche una insufficienza respiratoria per riduzione della forza dei muscoli necessari alla funzione respiratoria. La stessa difficoltà può presentarsi anche in altre gravi malattie, ad es. nella Tetraplegia da lesione midollare. Il paziente può arrivare alla necessità di utilizzare un ventilatore meccanico.

La tecnica GPB è una risorsa che può affiancare anche la ventilazione meccanica. L’abbinamento alla immersione in apnea è dovuto al fatto che è la tecnica usata dagli apneisti per “incamerare aria” nei polmoni prima dell’immersione.

Con la stessa modalità il distrofico può imparare a “incamerare aria” in polmoni tanto deficitari, consentendo una migliore capacità ventilatoria e un po’ di libertà dal ventilatore e permettendo una migliore qualità di vita.

Al Convegno saranno presenti importanti relatori italiani e stranieri, direttamente o indirettamente collaboratori di UILDM e della ricerca per la Distrofia Muscolare: Bach (USA), Goncalves (Portogallo), Lindholm (Svezia) e dall’Italia Vianello, Grandi e Sponsiello.

Per il versante sportivo saranno relatori Stromberg (Svezia, Federazione Freediving) e Pellizzari, noto recordman di immersione in apnea.

Obiettivo del Convegno è rendere nota la tecnica di Respirazione Glosso-Faringea e aumentare la conoscenza degli operatori sanitari (medici e tecnici) che si occupano di distrofia, ma anche dei malati e delle loro famiglie. Nelle gravi malattie infatti è fondamentale la figura del care-giver, cioè della persona che si prende carico del malato e dei suoi bisogni e che può aiutarlo a mettere in pratica questa o altre tecniche di cura.

Il Convegno è patrocinato da Provincia di Varese, ASL di Varese, Comunità Montana della Valcuvia, Consorzio Comuni Bacino Imbrifero Montano del Ticino, ARIR (Associazione Riabilitatori dell’Insufficienza Respiratoria). Numerosi sono gli sponsor che hanno reso possibile la realizzazione del convegno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.