«Per la Bindi a Saronno un risultato importante»

Il commento di Augusto Airoldi, della lista Bindi e Sarfatti, al risultato delle elezioni primarie al Partito Democratico

riceviamo e pubblichiamo

Differiscono dalla media nazionale i risultati delle primarie in Lombardia. Una diversità evidente sulle liste per l’Assemblea Nazionale e ancor più netta su quelle per l’Assemblea Regionale. Più bassi, i risultati per Veltroni. Più alti quelli per Letta. Molto più alti quelli di Rosy Bindi.

Un risultato molto significativo quello delle liste di Rosy, anche nel collegio di Saronno. Ottenuto in una giornata che ha visto una straordinaria partecipazione di cittadini al voto. Un risultato che merita di essere sottolineato.

Perché ottenuto senza l’impegno diretto o il sostegno indiretto di volti noti; di apparati organizzati. Perché ottenuto in una zona del Paese tradizionalmente a lei non così legata. Perché nato dall’interesse di molti che si sono spontaneamente ritrovati attorno alla sua proposta di partito e di società.

Un partito “democratico, davvero”. Lontano da vecchie logiche spartitorie. Un partito – come dice la Bindi – di partecipanti, non di aderenti. Un partito costruito dal basso, plurale, attento ai bisogni di chi è maggiormente in difficoltà. Che pensa alla sicurezza attraverso la lotta alla criminalità e l’integrazione. Che nella richiesta di autonomia regionale vede lo strumento per perseguire obiettivi comuni a tutto il Paese. Che declina in modo solidale le politiche del lavoro e le riforme fiscali.

Una società che persegue uno sviluppo a vantaggio di tutti, piuttosto che di pochi fortunati. Che combatte la precarietà mettendo l’uomo, la famiglia ed il lavoro al centro del proprio modello economico. Che sceglie una laicità rispettosa delle diverse fedi religiose.

C’è la condivisione di questi valori da parte di moltissimi lombardi alla base dei risultati di Rosy Bindi. Anche nel collegio di Saronno. Una condivisione “per” una società migliore. Non “contro” qualcosa o qualcuno. Tantomeno contro Veltroni. Che, come Rosy Bindi ha riconosciuto, è il segretario di tutto il Partito Democratico.

Un partito alla cui costruzione programmatica e organizzativa collaboriamo a livello locale e nazionale. Facendo tesoro di un risultato che ci chiede di lavorare perché queste peculiarità siano opportunamente valorizzate.

Augusto Airoldi

Lista “con Bindi e Sarfatti rinnoviamo la politica”

Circoscrizione Lombardia 2 – Collegio di Saronno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.