Piano Alitalia, i sindacati lombardi ribadiscono il loro no

Le segreterie territoriali dei sindacati dei trasporti invitano i lavoratori a proseguire la lotta nella difesa di Malpensa: contrapposizione con le segreterie nazionali

Le segreterie territoriali dei sindacati dei trasporti invitano i lavoratori a proseguire la lotta nella difesa di Malpensa e contro il Piano Alitalia elaborato dallo staff del presidente Maurizio Prato. Oggi, 25 ottobre, si sono riunite tutte le organizzazioni sindacali del trasporto aereo lombardo (Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Ugl, Sdl, Flai, Cub Trasporti, Slai Cobas e Rsu Sea Spa e Sea Handling Malpensa-Linate) ed hanno confermato e ribadito gli obiettivi approvati dalle assemblee generali dei lavoratori svolte nei giorni 16 e 17 ottobre: «Le organizzazioni sindacali invitano tutti i lavoratori a sostenere la lotta anche attraverso il rispetto rigido di tutte le norme contrattuali, partendo dalla puntuale applicazione dell’orario di lavoro previsto contrattualmente – si legge in una nota -. Le organizzazioni sindacali decideranno il proseguimento delle forme di lotta più idonee per reggere sino al raggiungimento degli obiettivi posti, che saranno illustrate  in assemblee generali che verranno indette nei prossimi giorni. L’unità di tutte le organizzazioni sindacali e di tutti i lavoratori è il momento più importante per la riuscita della mobilitazione». Un messaggio forte di unità dal territorio, in contrapposizione con l’accettazione del piano Alitalia e conseguentemente dei tagli ai voli da e per Malpensa sottoscritta il 23 ottobre dalle segreterie nazionali in cambio della concessione di ammortizzatori sociali. L’applicazione rigida delle regole equivale ad una sorta di sciopero bianco, come già avvenuto per i piloti di Az Express: già nella giornata di ieri, 24 ottobre, alla notizia della decisione delle sigle nazionali dei sindacati dei trasporti, si sono manifestati malumori e prese di posizione di lavoratori che a Linate e Malpensa tra le 18 e le 20 con disagi soprattutto nel servizio di carico e scarico dei bagagli e qualche ritardo negli arrivi e nelle partenze.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.