Piccole e Medie Imprese: innovare per sopravvivere

In uno studio del Politecnico di Milano il rapporto tra Pmi e tecnologia

Qual è oggi il rapporto che hanno le piccole e medie imprese italiane con gli strumenti legati alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, quelle che in inglese vanno sotto il nome di Information and Communications Technology? A questa domanda cerca di rispondere una ricerca svolta dall’Osservatorio permanente “ICT & PMI” della School of Management del Politecnico di Milano. Lo studio sarà presentato durante un incontro che si svolgerà nella sede di Gallarate dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, Via Vittorio Veneto, 8/D.

L’appuntamento è per martedì 9 ottobre 2007 a partire dalle ore 16.00

La ricerca ha avuto come obiettivo quello di esplorare a 360 gradi il tema dell’innovazione all’interno delle piccole e medie imprese. Non solo, dunque, l’applicazione e l’utilizzo dell’Information and Communications Technology. Lo studio ha coinvolto un campione significativo di 1.000 imprese anche su altri fronti. Le strategie e i modelli di business, i prodotti e i servizi, il design e i brand, gli strumenti finanziari: questi solo alcuni dei temi toccati dal lavoro di indagine dei ricercatori del Politecnico milanese che ha avuto come risultato un elenco di cifre, dati, percentuali che danno una fotografia esaustiva del livello di innovazione all’interno delle Pmi. Durante l’incontro, inoltre, si passerà dalla teoria alla pratica. Compito dei relatori, infatti, sarà anche quello di presentare casi concreti di successo e di proporre le molteplici opportunità che offre agli imprenditori l’Information and Communications Technology. Tra le storie che saranno analizzate ci saranno quelle di Adecco, Alcatel, Barclays Bank, eBay, Microsoft, Nokia, Trend Micro.

Durante il workshop sono previsti gli interventi di Raffaello Balocco, responsabile scientifico dell’Osservatorio ICT & PMI del Politecnico di Milano e di Aurelio Ravarini, direttore del CETIC, il Centro per l’Economia e le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC. A introdurre e condurre i lavori sarà Giacomo Buonanno, preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.