Prevenzione della sordità: visite gratuite per 150 persone

Ottanta pazienti a Saronno e 73 a Busto: un successo l'adesione dell'azienda ospedaliera all'iniziativa promossa da Airs

Si è conclusa con un alto "indice di gradimento" la "Giornata Nazionale Airs per la lotta alla sordità".
Sono state infatti complessivamente 153 le persone che si sono recate oggi negli ambulatori dell’Unità Operativa dell’Ospedale di Saronno (responsabile del reparto è il dott. Luigi Michele Rovella), rimasti aperti al pubblico dalle 8.30 alle 15, e al Centro Audiofonologico "G. Ricci", afferente all’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria (responsabile del reparto è il dott. John Anthony Balestri), aperto dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 16, per sottoporsi ad esami audiometrici e visite gratuite.

L’’iniziativa promossa dall’Airs-onlus, l’associazione italiana per la ricerca sulla sordità, ha richiamato dunque l’attenzione sull’importanza della prevenzione delle patologie dell’udito di bambini, adulti e anziani che, secondo i dati diffusi dall’Airs, colpiscono il 12% della popolazione.

Più nel dettaglio, all’ospedale di Saronno si sono presentati 80 pazienti, il 50% donne, principalmente ultrasessantenni, anche se sono stati 3 i bambini accompagnati dalle loro mamme per i controlli gratuiti.

Al Centro Audiofonologico "Ricci" del presidio di Busto, sono stati 73 i pazienti che hanno voluto saperne di più e farsi controllare l’udito. Erano in prevalenza di media età (tra i 50 e i 60 anni), oltre a qualche anziano tra i 70 e gli 80 anni, ma vi sono stati anche persone di 25-30 anni, comunque il 50% donne. Anche a Busto sono stati visitati 3 bambini.

Va sottolineato che questo positivo risultato è stato ottenuto anche grazie all’impegno profuso da tutti gli operatori coinvolti nell’iniziativa

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.