Quarantesima stagione per il Teatro delle Arti

Si inizierà martedì 30 e mercoledì 31 Ottobre con uno dei testi basilari della storia del Teatro: “Mandragola” di Niccolò Machiavelli

Vasti consensi alla 40ª Stagione Teatrale promossa dal Centro Culturale del Teatro delle Arti, con il patrocinio con contributo dell’assessorato alla Cultura del Comune di Gallarate e con quello della Fondazione Culturale 1860 Gallarate.

Si inizierà martedì 30 e mercoledì 31 Ottobre con uno dei testi basilari della storia del Teatro: “Mandragola” di Niccolò Machiavelli nella messinscena del Teatro Stabile di Genova, con Ugo Pagliai e la regia di Marco Sciaccaluga. Si continuerà poi, lunedì 12 e martedì 13 Novembre con “Il Gattopardo” nell’interpretazione di Luca Barbareschi.

Il terzo lavoro, prima di Natale, sarà invece la piacevole commedia “Indovina chi viene a cena” con Gianfranco D’Angelo e Ivana Monti.

Martedì 4 Dicembre, invece, come evento teatrale per la città e fuori abbonamento, verrà rappresentato lo spettacolo simbolo di tutto il teatro: “Arlecchino, servitore di due padroni”, ad opera del Piccolo Teatro di Milano.

Il cartellone prevede nei primi mesi del 2008: “Il teatro comico” di Carlo Goldoni (15-16 Gennaio), “Non si paga! Non si paga!” di Dario Fo (30-31 Gennaio), “Due partite” di Cristina Comencini (28-29 Febbraio), “Amleto” da William Shakespeare con Lella Costa (11-12 Marzo), “Alta società” con Vanessa Incontrada (6-7 Maggio).

Tra gli eventi ricordiamo Jesus Christ Superstar, versione italiana, con la Compagnia della Rancia (19 Gennaio) e “Miss Universo” con Angela Finocchiaro (6 Febbraio)

Un programma invidiato da tante città, anche capoluogo di provincia, e che dovrebbe favorire il rinnovo degli abbonati ma anche l’adesione di numerosi nuovi abbonamenti.

Per questi ultimi l’inizio delle prenotazioni sarà l’11 Ottobre, dalle 18.30 alle 20.00.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.