Rapine in villa, indagini su possibili collegamenti

I carabinieri stanno lavorando per risalire ad eventuali analogie tra il colpo tentato a Cedrate e quallo messo a segno nel Milanese

Alcune similitudini, molte differenze. Le rapine in villa nella provincia di Varese negli ultimi giorni sono state due, una a Gallarate e una a Rescaldina: territori vicini, stessa occupazione dei proprietari nel ramo del commercio e della trasformazione dei metalli, diversi i "modus operandi". A Gallarate i coniugi Ugolini sono stati picchiati, ma dalla casa non è stato asportato nulla: una rapina strana, “anomala”, come l’hanno definita subito i carabinieri della compagnia di Largo Verrotti Di Pianella, da pochissimo guidati dal tenente Michele La Stella, che sta indagando insieme ai suoi uomini e si è subito messo in contatto con i colleghi dell’Arma di Legnano.
A Rescaldina sono invece stati portati via 20 mila euro e le tre persone presenti in casa non sarebbero state toccate. Per il momento non ci sono notizie di analogie tra le due rapine, ma i rapporti tra la compagnia di Gallarate e quella di Legnano sono stati attivati subito appunto per individuare eventuali relazioni tra i due atti criminali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.