Ritrovata la Bmw svizzera che ha forzato il posto di blocco

In quell'occasione gli agenti avevano sparato in aria e verso i pneumatici dell'auto. L'auto era parcheggiata al Cinelandia

È stata ritrovata nella notte fra giovedì 18 e venerdì 19 ottobre la Bmw335i che era stata rubata in Svizzera. La vettura – scomparsa da Lugano nella notte fra il 7 e l’8 ottobre – era parcheggiata nel parcheggio interrato del multisala Cinelandia di Gallarate. L’auto, ritrovata dagli agenti della squadra Volante del Commissariato cittadino, aveva un foro di proiettile sulla parte posteriore della fiancata destra. Non ci sono misteri all’origine di questo partcolare: l’uomo al volante della Bmw aveva infatti forzato un posto di blocco nella notte fra il 10 e l’11 ottobre e in quell’occasione c’erano stati anche alcuni spari.

L’inizio della vicenda risale a circa dieci giorni fa quando il 9 ottobre il conducente dell’auto ed il suo accompagnatore, dopo aver effettuato 70 euro di carburante a un distributore di Gallarate, sono scappati. La notte successiva erano stati intercettati da una volante del Commissariato nel centro cittadino e si erano dati alla fuga a folle velocità lungo la SS Varesina e, inseguiti dall’auto della Polizia, avevano attraversato i comuni di Cavaria, Jerago, Albizzate, Castronno, Gazzada e Morazzone.

Ad un posto di blocco organizzato dalla Questura e dalla Polizia Stradale di Varese, al confine tra i comuni di Gazzada Schianno e Varese, proprio per bloccare la via di fuga dell’auto, il conducente con una manovra pericolossima dopo aver tentato di investire gli agenti era riuscito a proseguire la fuga nonostante l’esplosione di alcuni colpi di pistola in aria e verso le gomme posteriori.
Ora sono in corso accertamenti tecnici sul veicolo rinvenuto e sequestrato e altre indagini coordinate dalle Procure della Repubblica di Varese e Busto Arsizio su cui si mantiene uno stretto riserbo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.