Riunita la Conferenza interparlamentare sullo Spazio

L’incontro nella sala Tatarella della Camera. Presente Marco Airaghi

Si e’ tenuta oggi, nella sala Tatarella della Camera, una riunione della Consulta di Alleanza Nazionale per l’aerospazio. Nel corso dell’incontro, presieduto da Marco Airaghi, sono stati apprezzati i risultati della Conferenza interparlamentare sullo Spazio recentemente tenuta a Montecitorio ma soprattutto e’ stato sottolineato il rischio per l’Italia di perdere gran parte della gestione del programma Galileo.

La Consulta ha analizzato le prospettive a breve termine dei programmi spaziali europei, esprimendo forte preoccupazione per la prevista ristrutturazione dell’Agenzia Spaziale Europea. "Risulta infatti molto probabile -riferisce una nota- che la riorganizzazione dell’Esa preveda che le attivita’ di Navigazione e le Telecomunicazioni, oggi raggruppate in un’unica Direzione, assegnata all’Italia, vengano separate. Risulterebbe anche certa l’assegnazione della Navigazione ad un’esponente indicato dalla Francia, con cio’ sottraendo di fatto al nostro Paese gran parte della gestione del programma Galileo".

"La perdita del Direttorato per l’Italia -ha affermato Airaghi– sarebbe un gravissimo colpo per il nostro sistema Paese, penalizzato oltremisura a causa dell’assenza del nostro Governo sui tavoli decisionali europei. Mi domando come potra’ giustificare il Ministro Bersani, da sempre dichiaratosi entusiasta sostenitore del Progetto Galileo, questo scippo al nostro Paese, fatto oltretutto ingiustificato da esigenze operative dell’Esa, e che potrebbe farci perdere le grandi opportunita’ occupazionali e di sviluppo del progetto".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.