Rubarono preziosi a Malpensa, marito e moglie patteggiano

Due anni e due mesi e divieto di mettere piede a Malpensa per lui, ex addetto all'handling, un anno e quattro mesi per lei. A farli scoprire una lussuosa parure di Bulgari

Hanno patteggiato le rispettive pene di fronte al gup Banci del tribunale di Busto Arsizio marito e moglie, di Malnate, responsabili di furti di preziosi presso l’aeroporto della Malpensa. In particolare i due avevano tentato di "piazzare" sul mercato una preziosa parure firmata Bulgari, del valore di 780mila euro, che aveva… preso il volo dall’hub insubrico dove l’uomo lavorava come addetto di Sea Handling. Quando una ignara signora che l’aveva acquistata da un gioielliere ha tentato di farla stimare, i carabinieri sono risaliti all’autore del furto e alla moglie, operaia tessile, che lo aveva assecondato nel rimettere sul mercato gli oggetti rubati.  

Due anni e due mesi la pena stabilita per lui, riconosciuto responsabile di furto e ricettazione, che finì in carcere nel marzo scorso: per l’uomo è stata disposta dal gup la scarcerazione, con il contestuale divieto di mettere piede a Malpensa; un anno e quattro mesi la pena per la moglie, riconosciuta responsabile del reato di ricettazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.